Massimiliano Fedriga con varicella: è contro vaccini obbligatori ma per i social (e Burioni) è No Vax

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 15 marzo 2019 19:44 | Ultimo aggiornamento: 15 marzo 2019 19:44
Massimiliano Fedriga (Lega) con varicella: è contro vaccini obbligatori ma per i social (e Burioni) è No Vax

Massimiliano Fedriga con varicella: è contro vaccini obbligatori ma per i social (e Burioni) è No Vax (foto d’archivio Ansa)

ROMA – E’ contro l’obbligo dei vaccini e si è beccato la varicella. Massimiliano Fedriga, governatore del Friuli Venezia Giulia, non può essere definito No Vax ma è stato così etichettato dai soliti haters da social network. “Sono a favore”, assicura, convalescente dopo la varicella. Ma le sue affermazioni non sono sufficienti a placare il popolo social, di cui era diventato bersaglio con l’accusa di essere no vax, e per questo aver contratto la malattia.

Fedriga non ci sta e pubblica sul suo profilo Facebook alcuni messaggi di insulto a lui indirizzati. Chi lo attacca, sottolinea, è “una setta di invasati che seguono Burioni”. La polemica si è infatti scatenata in seguito all’appello lanciato in mattinata dal virologo Roberto Burioni che, partendo dalla degenza di Fedriga, invitava gli adulti a vaccinarsi.

La notizia della malattia del governatore friulano e del suo successivo ricovero circolava già nei giorni scorsi, Burioni l’ha pubblicata stamattina sul sito Medical Facts.

“Se non siete certissimi di avere avuto la varicella da bambini, io vi consiglio di vaccinarvi. Non per proteggere gli altri, ma perché – ve lo garantisco – la varicella è una malattia molto contagiosa e prenderla da adulti è davvero qualcosa di molto, molto, molto spiacevole”, aveva scritto.

Nelle ore successive il susseguirsi di tweet contro Fedriga: “Quando fai il #novax sulla pelle degli altri. @M-Fedriga ricoverato in ospedale per aver contratto la #varicella. Sì, c’è un Dio dei #vaccini che veglia da lassù e #RobertoBurioni in terra”, scrive un utente. “Io un paio di cicatrici in faccia invece gliele auguro”, aggiunge un altro. Alcuni tweet, ripostati da Fedriga, riportano anche alcune offese.

Il governatore, consegnando ai social il suo punto di vista, afferma che chi lo accusa non “ha nemmeno letto le mie interviste dove dico che sono a favore dei vaccini e per raggiungere il risultato è necessaria un’alleanza con le famiglie, non l’imposizione”. E aggiunge: “Hanno perfino detto che avrei preso la varicella dai miei figli non sapendo nemmeno che i miei figli sono vaccinati, come ho detto più volte”.

A colpi di Facebook, arriva poi anche la risposta di Burioni, che augurando al governatore del Fvg una “prontissima guarigione”, ribadisce la necessità che tutti si immunizzino. L’unico modo che abbiamo per evitare tragedie” collegate a malattie contro le quali esiste la possibilità di immunizzarsi, dice, “è vaccinarci tutti”. “I toni – aggiunge – sono spesso troppo accesi. Qualcuno se la prende con troppa violenza con chi mette in pericolo senza motivo e in nome dell’ignoranza e dell’egoismo la vita degli altri rifiutando i vaccini. Però non si può mettere sullo stesso piano chi eccede nel gridare contro chi guida ubriaco e chi grida guidando ubriaco”. (Fonte Ansa).