Sbloccati fondi ai treni del Sud: il governo Monti “soddisfa” Vendola

Pubblicato il 15 Dicembre 2011 17:24 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2011 17:58

Nichi Vendola (Lapresse)

BARI, 15 DIC – Il governo di Mario Monti “soddisfa” Nichi Vendola, almeno per quel che riguarda i finanziamenti ai treni del Sud. Il presidente della Regione Puglia e leader di Sel si è detto “molto soddisfatto dell’ impostazione di grande collaborazione del governo nella costruzione di questo passaggio obiettivamente complesso: e cioè tenere insieme l’esigenza di non rallentare la spesa comunitaria e contemporaneamente indirizzare una parte dei cofinanziamenti nazionali verso gli investimenti nel settore ferroviario. Questo al fine di compensare per lo meno parzialmente i tagli fatti dal precedente governo Berlusconi”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola – informa una nota dell’ente – al termine dell’incontro a palazzo Chigi sul Piano di azione.

”Finalmente – ha continuato – vediamo nero su bianco, nel documento sottoscritto dal governo e da diversi autorevoli ministri, l’impegno ad investimenti specifici. In particolare per quanto ci riguarda stiamo parlando del finanziamento dell’ Alta capacità Lecce Bari Napoli per 700 milioni di euro (600 milioni della Campania e 100 milioni della Puglia)”. ”Complessivamente le sei Regioni hanno indirizzato un miliardo e 300 milioni di euro per le infrastrutture ferroviarie”.

”Prendiamo atto – ha concluso Vendola – che il lavoro intenso di questi giorni ha consentito di calibrare questa riprogrammazione a seconda dello stato di attuazione dei programmi delle singole Regioni. La Puglia, pur avendo quasi esaurito gli impegni sul programma, ha tuttavia concordato con la strategia generale di concentrare lo sforzo sulle infrastrutture strategiche”.

Stasera Nichi Vendola è ospite di Servizio Pubblico di Michele Santoro: abbandonerà i toni barricaderi contro il governo Monti?