Cuba, Raul Castro agli Usa: “Ridateci indietro Guantanamo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Gennaio 2015 15:16 | Ultimo aggiornamento: 29 Gennaio 2015 15:17
Cuba, Raul Castro chiede restituzione baia di Guantanamo agli Usa

Raul Castro e Obama

SAN JOSE’ (COSTA RICA) – Raul Castro, il presidente cubano, ha definito le condizioni per normalizzare le relazioni con gli Usa, chiedendo non solo la fine dell’embargo americano e la rimozione dell’Avana dalla ‘lista nera’ di Washington sugli Stati considerati ‘sponsor’ del terrorismo, ma anche la restituzione della Baia di Guantanamo.

Castro ha avanzato la richiesta all’indomani dell’incontro, una settimana fa, tra una delegazione americana di altissimo libello (la piu’ alta arrivata all’Avana in 35 anni) e alcuni funzionari cubani che hanno affrontato il tema della riapertura delle ambasciate e la ripresa dei rapporti diplomatici, interrotti nel 1961. Dalla Costa Rica, dove è intervenuto a un vertice della Comunità degli Stati Latinoamericani, Castro ha detto che il “problema principale” rimane l’embargo e che la strada per porvi fine sarà “lunga e difficile”. Ma ha anche chiesto la restituzione di Guantanamo, dove l’esercito americano ha una base che utilizza come carcere per i sospettati di terrorismo.