Covid saldo, stralcio e condono. La Destra buonista Covid saldo, stralcio e condono. La Destra buonista

Covid, Meloni sbaglia l’esordio: gli italiani hanno paura, vogliono i medici vaccinati, non il condono dei no vax

Al Covid, alla pandemia la Destra governante va ad applicare il suo format culturale ed operativo: saldo e stralcio come fosse una rogna, una grana, una cartella esattoriale.

E condono, soprattutto condono. Condono per tutti coloro che in qualche modo e forma hanno evaso e/o eluso la tassa, il fastidio del farsi carico di una sciagura collettiva. Chi negandola in toto, chi negandola a cadenze trimestrali (sparizioni e morte definitiva del virus sono state annunciate a ripetizione fin dall’estate 2020). Chi boicottando la presa d’atto della pandemia perché questa presa d’atto boicottava affari ed attività. Chi opponendosi al Green Pass, chi recalcitrando di fronte all’obbligo vaccinale. Condono, condono per tutti questi chi. Condono soprattutto culturale. Al governo ora c’è la Destra, una destra buonista verso la cultura del Covid non c’è o, se c’è, non è detto che mi riguardi e comunque la salute collettiva alla fine è cosa astratta rispetto alla mia di salute che si misura soprattutto col portafoglio. E poi, chi saranno mai questi “scienziati” dove la parola viene pronunciata con ino strascico di sprezzo.

Destra buonista col covid

Stavolta è la Destra ad essere buonista, molto buonista con chi non è stato alle regole, anche minime. Il primo Consiglio dei ministri di Giorgia Meloni sta per riammettere in corsia i medici sospesi perché non vaccinati. Mancano solo le scuse per averli sospesi. Sarebbero rientrati comunque tra due mesi secondo calendario pandemico che prevede, a contagio a bassa intensità, non siano più un pericolo per pazienti, in quanto non vaccinati. Ma la Destra governante ha voluto fare atto di pubblico e manifesto buonismo verso i renitenti e resistenti al vaccino. Due mesi prima serve a nulla se non a significare una pubblica riparazione nei loro confronti, se non proprio un omaggio. Il medico no vax diventa quindi, grazie all’atto di governo, una figura non solo legittimata, rimessa all’onor del mondo, ma anche il danneggiato, se non la vittima, del pensiero unico scientifico.

E’ stata Giorgia Meloni nel discorso alle Camere a statuire la “non evidenza scientifica” della vaccinazione per i minori. E’ la cultura, diventata governo, per cui chi non si è vaccinato o non si vaccina ha le sue buone ragioni e che la scienza…si faccia i fatti suoi! Destra buonista con i medici non vaccinati e buonista con i No Vax duri e puri cui si cancellano, condonano le multe. Cento euro solo formali, era ovvio nessuno li avrebbe mai pagati. Ma formale doveva essere il condono. Destra buonista con i negazionisti della pandemia e con gli imboscati e disertori del vaccino e del Green Pass. Buonista anche verso l’aggiustarsi la realtà secondo percezione: Giorgia Meloni che dice alla Camere l’Italia abbia adottato restrizioni e divieti più di ogni altro in Occidente semplicemente non dice il vero, ripete ciò che è vero solo nella cultura dove a profilassi sempre sconfina nell’imposizione. Niente multa da 100 euro vuol dire niente sanzione sociale ai No Vax.

Bollettino e mascherina, ancora poche ore!

Vecchi, vecchissimi slogan non certo della Destra declinavano in …ancora pochi mesi, ancora poche ore…Poche ore la Destra governante ha assegnato al bollettino che da circa tre anni ogni giorno ci dice quanti contagi, quante vittime, che percentuale…Verso il bollettino la Destra buonista non è, anzi è arcigna, ostile, inflessibile. Va tolto, spinto indietro. Bollettino sei ansiogeno. Una volta a settimana basta e avanza, con preghiera di non eccessiva pubblicazione. Andare a guardare il termometro della pandemia ogni giorno fa ansia ed è pure iettatorio, come ognun sa…Anche la profilassi confina col portar sfiga.

Profilassi, cioè? Cioè la mascherina. No, la mascherina no, la mascherina basta. Non merita neanche un benservito la mascherina, merita solo di levarsi dalle scatole. Non un grazie ai vaccini, non un grazie alla mascherina. Invece la palese festa della liberazione dalla oppressione sanitaria. Pandemia, vaccini, mascherina, lockdown, green pass, limiti di capienza o di orari di esercizi e attività…Sono tasse, balzelli, imposte. Cui la Destra di governo di popolo risponde con la cultura e la pratica dell’evasione, dell’elusione ma soprattutto del saldo e stralcio e condono. Evasione ed elusione dalla realtà nella ferma convinzione che questa sia disposta a concederti un condono da se stessa.

Gestione cookie