“Veleno di scorpione anticancro? Truffa”: medici contro i farmaci venduti online

Pubblicato il 18 luglio 2012 12:11 | Ultimo aggiornamento: 18 luglio 2012 12:11
Farmaci online

(Lapresse)

ROMA –  “Il veleno dello scorpione cubano migliora la qualità della vita e rallenta la crescita del tumore“. Questa la descrizione del Vitadox o Escozul secondo i produttori. Per la Fondazione Veronesi solo uno dei farmaci anti-cancro venduti sul web dai dubbi effetti curativi. Il boom delle vendite di farmaci online rappresenta spesso false speranze per i malati, che tentano cure alternative, e inefficaci, al posto di chemio e radioterapia. Tra i più inclini agli acquisti sul web vi sono gli italiani, che per la Fondazione Veronesi sarebbero convinti di comprare una cura efficace e si ritrovano truffati.

Carmelo Iacono, presidente della Fondazione Aiom, Associazione italiana oncologia medica, ha detto: “Ciclicamente vengono proposte terapie alternative che promettono d’essere “molto efficaci” per la cura del cancro (propagandate spesso con il luogo comune che la scienza ufficiale non le utilizza per motivi di salvaguardia economica delle aziende farmaceutiche che operano nel settore). Il problema è che questi rimedi non hanno mai documentato e dimostrato la loro efficacia secondo le metodiche scientifiche internazionali, che molto spesso vengono prodotti con tecniche farmaceutiche che non garantiscono il processo di produzione, possono interferire con i meccanismi d’azione dei farmaci antitumorali limitandone la loro efficacia, possono stimolare lo sviluppo dello stesso tumore con fattori di crescita ormonali inseriti nel prodotto”.