Incidente Alex De Angelis, le condizioni rimangono critiche

Dall’ospedale di Dokkyo arrivano nuovi aggiornamenti riguardanti Alex De Angelis. Come riferito dal sito ufficiale della MotoGP, le sue condizioni restano critiche ma la sedazione è stata ridotta. Il pilota è stato in grado di parlare e non ha avuto problemi di orientamento spazio-temporale.
I soccorsi subito dopo l'incidente di Alex De Angelis
I soccorsi subito dopo l’incidente di Alex De Angelis

ROMA – Dall’ospedale di Dokkyo arrivano nuovi aggiornamenti riguardanti Alex De AngelisCome riferito dal sito ufficiale della MotoGP, le sue condizioni restano critiche ma la sedazione è stata ridotta. Il pilota è stato in grado di parlare e non ha avuto problemi di orientamento spazio-temporale. “Non sono emersi problemi a livello neurologico – ha detto Michele Zasa, responsabile della clinica mobile –  il che rincuora, visto che c’è stata una breve perdita di conoscenza. Ci sono traumi a livello costale e vertebrale, con varie fratture, oltre ad una contusione polmonare. Ma non sembra coinvolto il midollo spinale ed è importante perché all’inizio Alex non muoveva le gambe”.

Il motociclista sanmarinese ha avuto un brutto incidente nelle quarte prove libere del Gp del Giappone nella classe MotoGp sul circuito di Motegi. Alex De Angelis è stato disarcionato dalla moto alla curva 6 ed è rimasto fermo per qualche secondo a bordo pista vicino alla moto andata distrutta dopo aver picchiato contro il guard rail.

Inoltre, ulteriori esami hanno mostrato come l’ematoma dovuto all’emorragia intracranica sia rimasto stabile e le contusioni ai polmoni siano leggermente migliorate. Nelle prossime 48/72 ore, De Angelis farà un’ulteriore risonanza magnetica per assicurarsi che l’ematoma rimanga in condizioni stabili, mentre il trauma ai polmoni necessita di ulteriori valutazioni.

Gestione cookie