Sanremo, Fazio: “Coppia gay sul palco e Crozza la prima sera”

SANREMO – Una coppia gay sul palco, Maurizio Crozza la prima sera, e dirà “quello che vuole”. Fabio Fazio presenta ilo festival di Sanremo, in onda da martedì 12 febbraio fino a sabato. ”Il mio problema principale è rimanere sveglio. Io vado a letto dopo Carosello”. Inizia con una battuta  Fabio Fazio. ”Il festival sarà lungo – aggiunge – , per fortuna abbiamo molta pubblicità e ci fa piacere. Arriveremo a mezzanotte e mezzo ogni sera. So che i giornali per la spending review chiudono alle sei e mezzo”. E Luciana Littizzetto: ”Fabio va a dormire alle dieci, anzi alle nove e quaranta”.

Il conduttore poi ribadisce che sarà un festival ”fatto in casa” e che l’intento quest’anno è di fare un festival ”leggero, divertente, allegro, in cui la musica sia veramente al centro. La grande novità – sottolinea – è quella delle due canzoni, si può dire con la par condicio? – chiede ironicamente rivolgendosi al direttore di Rai1 Giancarlo Leone – . Ogni big ne porta due, quindi il pubblico con il televoto e voi giornalisti dovrete scegliere la canzone del festival”. Presentando poi ”lady Sanremo”, ovvero la Littizzetto, Fazio promette: ”Credo che ci divertiremo, siamo anche due anziani…”. Lei non si lascia sfuggire l’occasione per una battuta delle sue: ”Lui è nato vecchio, hanno messo un fiocco grigio…”, conclude tra le risate della sala stampa.

Non poteva mancare una spiegazione sulla coppia gay che, come anticipato da Repubblica, martedì salirà sul palco del Festival: ”La musica da sempre è stata vicina alle grandi battaglie per i diritti: in questo caso stiamo parlando di un tema all’ordine del giorno non solo da noi, penso alla Francia, all’Inghilterra. Senza dare alcun giudizio, penso che portare questa esigenza sul palco sia doveroso nel momento in cui questo tema è internazionale. Lo faremo con molta delicatezza”. Intanto sul tema ospiti e contenuti domenica aveva preannunciato: ”Abbiamo deciso: Crozza la prima sera! Cosa farà? quello che vuole”.

E una risposta a Berlusconi che, a Unomattina, aveva detto che Sanremo rischia di diventare la festa dell’Unità e il 50% non pagherà il canone per questo: ”Ma quindi Berlusconi non ha ancora pagato il canone! Volevo ricordagli che c’è tempo fino al 28 febbraio per farlo senza incorrere in ulteriori sanzioni”. E conclude: ”Sanremo è una vetrina, quindi chiunque ne parla ha visibilità”.

Comments are closed.

Gestione cookie