Iva sugli assorbenti, Francesco D’Uva (M5s): “Usate le coppette. Se no non lamentatevi dell’effetto serra”

di Maria Elena Perrero
Pubblicato il 17 Maggio 2019 10:45 | Ultimo aggiornamento: 17 Maggio 2019 10:45
Iva sugli assorbenti, Francesco D'Uva (M5s): "Usate le coppette. Se no non lamentatevi dell'effetto serra"

Iva sugli assorbenti, Francesco D’Uva (M5s): “Usate le coppette. Se no non lamentatevi dell’effetto serra”

MILANO – Lo stop all’abbassamento dell’Iva sugli assorbenti potrebbe avere anche motivazioni ecologiche. Almeno questo è quel che sostiene il capogruppo di M5s alla Camera, Francesco D’Uva, che punta il dito contro tamponi e simili e attacca: “Allora poi non lamentiamoci se l’inquinamento aumenta”.

Intervenendo a Omnibus, il programma di La7 condotto da Gaia Tortora, D’Uva ha proposto l’utilizzo della coppetta mestruale al posto di tamponi e assorbenti esterni, e per i bambini i pannolini lavabili. 

“Perché non abbiamo abbassato l’Iva sugli assorbenti? I motivi sono due. Non c’era la copertura finanziaria in quel provvedimento. E, in più, noi siamo anche per l’ambiente, non siamo a favore degli assorbenti usa e getta. C’è la coppetta. Ci sono anche delle possibilità non inquinanti, appunto la coppetta e il pannolino lavabile”, ha detto D’Uva. E quando Tortora lo ha interrotto con un lapidario: “Cioè, ci fate tornare ai pannolini lavabili. Grazie”, ha ribattuto: “Poi lamentiamoci che l‘inquinamento aumenta, che l’effetto serra aumenta”. 

L’emendamento del Pd, sostenuto anche dalle altre opposizioni, alla proposta di legge sulle semplificazioni fiscali per abbassare l’Iva sui prodotti per l’igiene femminile è stato bocciato alla Camera due giorni fa. Secondo i calcoli della Ragioneria di Stato mancherebbero le coperture finanziarie. E così l’Italia continua a mantenere il record di tassazione tra le più alte al mondo per un prodotto che milioni di donne sono costrette ad usare ogni mese. (Fonte: Omnibus)