Arte

#FAIprimaveraBG con il FAI. 25 e 26 marzo 2017 visite culturali in oltre 1000 luoghi

#FAIprimaveraBG l’iniziativa di Banca Generali durant le Giornate Fai di primavera

ROMA – Anche quest’anno tornano le Giornate FAI di primavera, evento che il Fondo Ambiente Italiano dedica alla scoperta del nostro patrimonio artistico e culturale.

Per il 25° anniversario delle Giornate Fai di primavera, si potranno visitare oltre mille siti, in tutta Italia.

«Il 2017 è l’anno dei borghi – spiega Elisa Pasqualetto, responsabile della Giornate Fai di primavera – e abbiamo deciso di proporre itinerari in 51 paesini, tra cui Caramanico Terme (Pescara), piccolo villaggio medievale nel cuore della Majella, Comacchio (Ferrara) o Taggia (Imperia)».

Attenzione particolare viene giustamente dedicate alle zone colpite dai devastanti terremoti che da agosto hanno martoriato il centro Italia, «che sono riuscite ad aprire luoghi unici nonostante i problemi che ancora stanno affrontando». Tra questi, il Tunnel della Gran Sasso Spa, una galleria lunga 1,3 km e il Deposito di Santo Chiodo a Spoleto, «un ospedale delle opere d’arte ferite dal terremoto, circa 5.000, che qui vengono restaurate».

Imperdibili, tra gli appuntamenti in calendario, le aperture esclusive: a Napoli si potranno visitare parti mai visitabili dell’Isola di Nisida e Castel Capuano, uno tra i più antichi castelli della città. A Milano il settecentesco Palazzo Crivelli. A Roma il Convento di Trinità dei Monti.

In occasione di questo evento, Banca Generali  che da anni è al fianco del FAI – Fondo Ambiente Italiano, ha lanciato il contest fotografico #FAIprimaveraBG.

Come spiega questo video partecipare è molto semplice.

Basterà scegliere uno dei beni FAI, fotografarlo e condividere la propria foto utilizzando l’hashtag #FAIprimaveraBG o inviarla alla pagina FB di Banca Generali. Le foto verranno pubblicate sulla pagina e saranno gli utenti stessi (tutti noi) a scegliere la più bella, votandola entro il 3 aprile.

La foto che riceverà più like verrà utilizzata come immagine di copertina da Banca Generali!

 

To Top