Blitz quotidiano
powered by aruba

Lynlee nata 2 volte, estratta e poi rimessa nell’utero per curare un tumore

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

HOUSTON – Lynlee è una bimba speciale, unica. E’ nata due volte. Non è una metafora: è successo davvero. E’ nata una prima volta, molto molto in anticipo rispetto a quanto avrebbe dovuto perché i medici l’hanno tirata fuori dalla pancia della mamma per toglierle dal corpo un tumore che a quel punto era già più grande di lei. Dopo questo intervento miracoloso Lynlee è tornata nella pancia per altre settimane prima di nascere di nuovo, stavolta definitivamente, con un parto cesareo alla settimana 36. Due chili di miracolo in buona salute.

Succede tutto in Texas e a raccontare la storia di Lynlee ci pensa la mamma Margaret Boemer. Quella della bimba sembra una gravidanza normale solo che alla settimana sedici, durante un controllo di routine, arriva una notizia terribile: Lynlee ha un tumore. Si chiama teratoma sacrocoggigeo ed è una forma di cancro meno rara di quanto si pensi che attacca i bimbi nella pancia della mamma. Si sviluppa dall’osso sacro e di norma è operabile.

Il caso della bimba però è particolare: di norma, infatti, il teratoma sacrococcigeo si opera dopo la nascita. Nel caso di Lynlee però il cancro è troppo grosso, la schiaccia, non fa fluire il sangue. La bimba sembra spacciata, si prende in considerazione anche un aborto terapeutico. Però esiste un’altra, rischiosissima possibilità, ed è quella che viene tentata. Alla ventitreesima settimana la bimba viene estratta dalla pancia e operata. Durante l’intervento un po’ di liquido amniotico va perduto ma ne rimane abbastanza per rimettere la bimba nella pancia e suturare la ferita.

Dopo l’operazione i parametri vitali della piccola tornano normali. Resiste nella pancia fino alla settimana 36. Quando nasce pesa più o meno due chili e sta bene. Lynlee, la bambina nata due volte, ce l’ha fatta.

 


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'