Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Esperienze di pre morte: “Vedevo piccole foto e..”

Tieniti aggiornato con Blitz quotidiano:

LONDRA – “Ho avuto un’esperienza di pre morte“: a dirlo è Alison Ward, ospite di una puntata del programma inglese “This Morning”. La donna ha raccontato di aver avuto una NDE (Near Death Experience) dopo essere stata accoltellata da un suo vecchio fidanzato. In seguito al colpo, è rimasta stordita. “Mi sentivo come se stessi abbandonando il mio corpo, ho visto scorrere la mia vita davanti ai miei occhi“, ha detto, specificando di aver iniziato a fluttuare sopra di esso. Poi ricorda di aver camminato in un tunnel inseguendo una luce bianca. In quegli attimi fatali, racconta di essere riuscita a tenersi in vita anche ripetendo delle filastrocche. “Una sorta di tattica per sopravvivere”, ha dichiarato Alison, oggi mamma di due figli. Poi ancora:

“Mi muovevo a grande velocità, vedendo piccole foto, in bianco e nero. Mi chiedevo come potevano essere diventate le persone negli scatti, perché non li vedevo da tempo. Poi il dolore e tutto quello che stava succedendo nella stanza sono scomparsi. Temevo che il mio bambino non provasse più amore e non si sentisse accettato”. Spostandosi verso la luce ha poi visto il suo defunto nonno Sam. “Ho iniziato a parlare con lui e poi qualcuno ha detto che non era ancora il momento di andare lassù”. A quel punto, dice di essersi sentita di nuovo dentro il suo corpo.

Il racconto di Alison è stato particolarmente apprezzato dai telespettatori, che hanno condiviso sui social il loro punto di vista e le loro esperienze. Le NDE riguardano generalmente fenomeni descritti da soggetti che hanno ripreso le funzioni vitali dopo aver sperimentato condizioni di encefalogramma piatto o di arresto cardiocircolatorio, così come da pazienti che sono stati in coma. Solo qualche giorno fa il neurologo belga Steven Laureys ha proposto una spiegazione scientifica del fenomeno che non ha niente a che vedere con il paranormale.

Lungi dal rappresentare un filo conduttore con l’aldilà, le esperienze di pre morte potrebbero essere semplicemente un trucco della mente. Laureys ritiene che possa verificarsi un fenomeno di NDE in presenza di iperventilazione, ovvero una serie frequente di atti respiratori che portano ad una riduzione notevole dell’anidride carbonica nel sangue, unita a repentini cambiamenti posturali. In generale, in seguito a improvvise alterazione dei livelli di ossigeno nel sangue. Se ciò fosse vero, testimonierebbe una ricca vita neurologica del paziente anche in condizioni estreme di salute. “In tutto il mondo storie di esperienza di quasi morte continuano ad emergere e questo significa che siamo in grado di individuare fattori simili e cercare di capire che cosa le sta causando”, ha specificato Laureys.


TAG:

PER SAPERNE DI PIU'