Blitz quotidiano
powered by aruba

Come Inception: una fascia sulla fronte fa vivere le proprie fantasie

ROMA – Nel film Inception, Dominic Cobb, il protagonista, impianta un’idea nella mente di qualcuno mentre dorme, ossia nel momento massimo della vulnerabilità. Ma sembra che i sogni pilotati presto potrebbero diventare una realtà: insomma, niente più incubi ma solo sogni lucidi.

Una nuova fascia da apporre sulla testa, iBand+ sembra aiuti a chi la indossa mentre dorme, a creare sogni lucidi, permette di lanciarsi in qualsiasi fantasia ed esperienza desiderate. I realizzatori della fascia, che hanno base ad Amsterdam, attualmente sono alla ricerca di finanziamenti su Kickstarter e hanno già superato l’obbiettivo di 50.000 euro, arrivando a 268.004 euro.

Descrivono il dispositivo come una “fascia Wireless Bluetooth EEG intelligente”, che rileva le onde cerebrali del sonno con precisione a livello di laboratorio”. La iBand+ possiede “speciali sensori di monitoraggio della salute, che controllano il movimento del corpo, la frequenza cardiaca e la temperatura corporea”. Il monitoraggio delle informazioni riguarda l’intero ciclo di sonno, ma non solo, la fascia regola segnali audio-visivi intelligenti che inducono a sogni lucidi; grazie a una combinazione di effetti di luce, e suoni riprodotti attraverso altoparlanti abbinati alla fascia, atti a “trasmettere in modo efficace gli stimoli audio-video”.

Il ciclo del sonno si compone di due fasi principali: il movimento rapido degli occhi (REM) e quello non rapido (NREM) In genere, i sogni vividi si verificano nella fase REM in cui il sonno è profondo, se la persona viene svegliata può avvertire un senso di disorientamento; nella fase NREM, le persone possono essere svegliate facilmente. In una normale notte di sonno si verificano da quattro a sei cicli alternati di fasi NREM e REM. La iBand+ è progettata per rilevare la fase REM e a quel punto riproduce i segnali audio-visivi.

“I sottili stimoli esterni – affermano i realizzatori – passano attraverso dei led sulla fascia e i suoni degli altoparlanti appaiono nel sogno come anomalie: rendono consapevoli, in sostanza, che si sta sognando ma senza che ci si svegli. La fascia, disponibile in tre colori e in vendita a 279 euro, è anche collegata ad una app, che consente a chi la utilizza, di monitorare il sonno per un periodo di tempo. Un’altra applicazione, “SleepCycle”, traccia di sonno di una persona attraverso le varie fasi del sonno. Lo scorso anno l’app ha raccolto i dati dei suoi 2 milioni di utenti, per effettuare uno studio di qualità del sonno in 47 paesi. Dai risultati è emerso che in termini di qualità del sonno, considerando la media nazionale, la Slovacchia è al primo posto, la Cina è al secondo, seguita da Ungheria e Repubblica Ceca, l’Italia al 13°, il Regno Unito al 45° posto, gli Stati Uniti al 48°.