Cronaca Europa

Compra un iPhone e trova in rubrica…i numeri di centinaia di vip

Compra un iPhone e trova in rubrica...i numeri di centinaia di vip

Compra un iPhone e trova in rubrica…i numeri di centinaia di vip

LONDRA – Aprire la rubrica dello smartphone e scoprire che tra i numeri memorizzati appaiono quelli di famosi calciatori, cantanti e attori. Questo è quello che potrebbe accadervi comprando un iPhone di seconda mano, o che almeno è accaduto a Sophie Highfield, una donna di 30 anni di Birmingham, in Gran Bretagna.

Dopo aver comprato lo smartphone di Apple la giovane, che era sempre di corsa, è riuscita a trovare del tempo per aggiornare il suo iPhone durante le vacanze di Natale. Dopo essersi seduta sul divano e aver inserito i propri dati in iCloud, sul suo “melafonino” sono apparsi misteriosamente centinaia di nuovi contatti. E così in poco tempo Sophie ha scoperto di avere i numeri di telefono di vip e celebrità: da quello della Spice Girl Emma Bunton a Greg Rutherford medaglia d’oro di salto in lungo, del presentatore Gok Wan e di tante altre personaggi famose.

La Highfield ha così deciso di resettare il telefono, per cancellare tutte le informazioni, ma il cellulare continuava ad avere in memoria tutti i numeri, e così Sophie ha “passato le vacanze di Natale a cancellare uno ad uno gli innumerevoli contatti presenti sull’iPhone”.

Il Daily Mail ha controllato l’autenticità dei numeri, sono risultati attivi e, effettivamente, appartenenti alle varie celebrità, e la ragazza ha raccontato:

“Quando mi è stato regalato, l’iPhone era nuovo di fabbrica e ancora imballato. Dopo aver effettuato l’aggiornamento volevo chiamare mia madre, ma quando ho spinto “M” ho scoperto di avere centinaia di numeri memorizzati, la maggior parte dei quali di persone molto famose. Non saprei dire come sia accaduto, ma ho paura che i miei dati siano finiti sul telefono di qualcun’altro”.

La Apple ha così portato avanti un’investigazione interna lunga un mese, ma ha declinato di fornire ulteriori dettagli o commenti ufficiali al riguardo. Un portavoce, però, ha riferito che episodi di questo tipo potrebbero accadere con telefoni di seconda mano che non sono stati adeguatamente resettati.

Lo scorso ottobre, l’hacker Ryan Collins è stato condannato a 18 mesi di prigione per aver rubato immagini intime dai telefoni di Jennifer Lawrence, Kirsten Dunst e Kate Upton. Collins ammise di aver hackerato 50 iClouds e 72 caselle Gmail in due anni, dopo aver ottenuto le password grazie al famoso sistema di “phishing”, inviando alle vittime messaggi che potevano apparire come comunicazioni ufficiali di Apple o Google.

To Top