Cronaca Europa

Londra, grattacieli Ledbury Towers sgomberati: rischio incendio come Grenfell Tower

Londra, grattacieli Ledbury Towers evacuati: rischio incendio come Grenfell Tower

Londra, grattacieli Ledbury Towers evacuati: rischio incendio come Grenfell Tower (Foto Ansa)

LONDRA – Londra teme un nuovo caso Grenfell Tower e fa evacuare i grattacieli delle Ledbury Tower. Gli inquilini di 242 appartamenti sono stati invitati a lasciare temporaneamente le loro abitazioni fin tanto che non verranno eseguiti alcuni non meglio specificati “lavori di emergenza” contro eventuali fughe di gas e conseguenti esplosioni.

L’evacuazione di massa è avvenuta nel complesso delle Ledbury Towers, nel sud della Capitale britannica. E’ stata decisa nell’ambito dei controlli ai grattacieli seguiti alla tragedia della Grenfell Tower, nel cui incendio, avvenuto nella notte del 14 giugno scorso, morirono 87 persone, tra cui gli italiani Gloria Trevisan e Marco Gottardi. 

Dai controlli alle Ledbury Towers è emerso che c’era il rischio di un crollo dei palazzi nel caso di una esplosione causata da una fuga di gas negli appartamenti. A chiedere che venissero eseguiti dei controlli erano stati gli stessi inquilini del complesso residenziali, preoccupati per delle crepe viste in alcune parti degli edifici.

Così la fornitura di gas di 242 appartamenti dei grattacieli è stata sospesa e le autorità hanno chiesto ai residenti di lasciare momentaneamente le loro case.

Le Ledbury Towers erano state costruite tra il 1968 e il 1970 usando un metodo che prevedeva la costruzione di intere, gigantesche sezioni di edificio e l’assemblaggio di queste “parti” di palazzo sul posto. La stessa tecnica era stata usata al Ronan Point, un grattacielo di Londra est in parte collassato nel 1968 in seguito ad una esplosione dovuta proprio ad una fuga di gas.

 

To Top