Cronaca Italia

Alberto Stasi, ricorso avvocati: “Dimenticate una ventina di prove”

Alberto Stasi, ricorso avvocati: "Dimenticate una ventina di prove"

Alberto Stasi, ricorso avvocati: “Dimenticate una ventina di prove”

ROMA – Nuovo assalto dei difensori di Alberto Stasi, condannato in via definitiva a 16 anni di reclusione per l’omicidio della fidanzata Chiara Poggi, il 13 agosto 2007. La Cassazione discute infatti il ricorso straordinario presentato dalla difesa di Stasi che sostiene come, nel processo d’appello bis, vennero “dimenticate” una ventina di prove.

La famiglia Poggi, parte civile, è rappresentata come sempre dall’avvocato Gian Luigi Tizzoni. Secondo il documento, firmato lo scorso 3 dicembre dal professor Angelo Giarda e dallo stesso Stasi (detenuto nel carcere di Bollate), sono 21 le prove “decisive” che in primo grado portagradorono all’assoluzione dell’imputato e che avrebbero dovuto essere prese in considerazione nel giudizio di secondo .

“Siamo convinti dell’innocenza di Alberto Stasi: sia la Corte d’assise d’appello, nel processo Bis, sia la Cassazione, hanno violato i principi fissati dalla Corte europea dei Diritti Umani in tema di difesa. Con il ricorso presentato in Cassazione abbiamo rilevato errori di fatto relativi all’assunzione di prove dichiarative” ha detto l’avvocato Angelo Giarda. Il Pg della Cassazione Roberto Aniello ha chiesto che sia dichiarato inammissibile e la stessa richiesta hanno fatto anche i legali di parte civile della famiglia di Chiara Poggi.

San raffaele
To Top