Blitz quotidiano
powered by aruba

Ancona, ovulo droga aperto nel retto: corriere rischia morte

Un ovulo di eroina in fase di rottura nel suo retto: il corriere della droga arrivato ad Ancona ha rischiato di morire per overdose

ANCONA – L’ovulo di eroina che stava trasportando illegalmente si è rotto e un corriere della droga ha rischiato di morire. E’ accaduto ad Ancona, dove il nigeriano di 39 anni era arrivato venerdì 22 gennaio.

L’uomo era ad un bar e si guardava intorno, il suo atteggiamento ha insospettito gli agenti di polizia che lo hanno avvicinato. Il nigeriano ha poi detto di essere un corriere della droga ed è stato portato in ospedale, dove è stato accertato che ha rischiato di morire.

Gino Bove su Il Mattino scrive che il nigeriano trasportava nel retto ovuli di droga per un totale di 45 grammi. Gli ovuli si stavano rompendo e se l’eroina fosse finita tutta in circolo sarebbe sicuramente morto. L’uomo è stato individuato ad Ancona dopo un lungo viaggio durato diverse ore in treno:

“I carabinieri della Tenenza di Falconara lo hanno arrestato mentre si trovava in un bar di piazza Rosselli. Lo hanno portato all’ospedale di Torrette e probabilmente gli hanno anche salvato la vita. L’uomo era appena arrivato dal capoluogo partenopeo. Gli investigatori avevano già ricevuto nei giorni scorsi alcune segnalazioni relativi all’arrivo di possibili corrieri. Il nigeriano si guardava in giro nervosamente, attirando i sospetti di una pattuglia in borghese.

I carabinieri lo hanno seguito all’interno di un bar. Gli hanno chiesto i documenti, ma il 39enne non li aveva. Alla domanda se avesse con sé della droga, ha risposto di no. Pochi istanti dopo ha confessato di aver trasportato droga per un compenso di 120 euro. Il giudice Francesca De Palma ha convalidato l’arresto e disposto la detenzione in carcere”.


PER SAPERNE DI PIU'