Blitz quotidiano
powered by aruba

Ashley Olsen, c’è sospettato: è stato ripreso da telecamere

Ashley Olsen, c'è un sospettato per la morte della 35enne trovata strangolata e nuda in casa sua a Firenze

FIRENZE – Forse c’è l’assassino di Ashley Olsen tra le persone immortalate dalle telecamere sparse intorno a via Santa Monaca, a Firenze. Si sta stringendo il cerchio delle persone sospettate per l’omicidio della 35enne americana trovata morta sabato scorso.

Le indagini si starebbero indirizzando soprattutto su almeno una dei esse. Fondamentali, secondo quanto appreso, sarebbero state le immagini delle telecamere di sicurezza. Al momento, tuttavia, non ci sarebbero ancora elementi sufficienti per provvedimenti giudiziari.

Struggenti i messaggi di addio delle amiche e degli amici di Ashley a Firenze. “Siamo sconvolti e atterriti da quanto è accaduto. Tutto questo è orribile e al tempo stesso assurdo. Ashley ci è stata portata via nel modo più crudele, e ciò è impossibile da comprendere. In questo momento così triste e confuso, i nostri pensieri e il nostro amore vanno al padre, alla madre e alla sorella di Ashley, e a tutta la sua famiglia”.

Comincia così la lettera di Jade, descritta come la migliore amica di Ashley Olsen dal sito web The Florentine. La ragazza trovata strangolata “era uno spirito di rara bontà. Per questo era diventata subito una figura familiare nella vita dell’Oltrarno, dove viveva, apprezzata da tutti coloro che la conoscevano. A Firenze, la nostra è una grande comunità di giovani creativi stranieri, provenienti da ogni parte del mondo, molto legati fra loro”, aggiunge Jade.

E ancora: “Chi entrava in contatto con lei ne veniva trasformato. Chiunque le fosse davanti, riceveva sempre tutta la sua attenzione” ed “entrava rapidamente nei cuori delle persone che la conoscevano e che condividevano la sua gentilezza”.

“Vivere qui non sarà più la stessa cosa”, prosegue Jade ricordando che Ashley le aveva detto poco tempo fa che “il 2016 sarà il nostro anno”. “È stata portata via nel modo più crudele possibile, ma nessuno potrà mai prendere il suo cuore dolce e gentile e la sua anima delicata. Il male non può arrivare a toccare il suo spirito. Sono innumerevoli i messaggi d’amore che si sono riversati nella sua città natale in Florida e tutte le persone che la conoscevano, nei due paesi, sono in completo stato di shock. Questo testimonia l’impronta che Ashley ha lasciato nella sua breve vita. Lei ha dato tanto e aveva ancora molto di più da dare”.

“Mentre piangiamo la sua scomparsa, poniamo la nostra piena fiducia nelle autorità italiane che indagano su questo tragico episodio. Attendiamo di conoscere gli esiti delle indagini, nella speranza che chi è responsabile sia presto consegnato nelle mani della giustizia”.


TAG: