Cronaca Italia

Bici in autostrada, la protesta a Padova contro Laura Boldrini per il migrante

Bici in autostrada, la protesta contro Laura Boldrini per il migrante in bici a Padova

Bici in autostrada, la protesta contro Laura Boldrini per il migrante in bici a Padova

PADOVA – Tutti in bicicletta in autostrada per protestare contro Laura Boldrini. Il caso del poliziotto che insulta il profugo in autostrada, invece di multarlo e mantenere un comportamento decoroso e rispettoso che il suo ruolo richiede, e la presidente della Camera accende gli animi e divide. C’è chi infatti condanna il comportamento incivile dell’agente, che nonostante la gravità dei fatti se l’è cavata con lo stipendio dimezzato e non è stato licenziato, e chi invece non solo lo difende, ma attacca la Boldrini e organizza su Facebook proteste e manifestazioni.

Marina Lucchin sul quotidiano Il Gazzettino scrive che la protesta delle bici in autostrada, per una pedalata tra Padova e Venezia passando dall’A4, arriva da Matteo Stoco su Facebook. Solo una goliardata che però si è trasformata in una vera e propria occasione di protsta:

“«I profughi possono fregarsene delle regole e andare in bici in autostrada? Allora lo facciamo anche noi». Già 2mila persone hanno assicurato che parteciperanno alla pedalata in A4, da Padova a Venezia, per protestare contro la presidente della Camera Laura Boldrini. La goliardata è stata lanciata quasi per gioco da Matteo Stocco su Facebook, che ha creato un evento che ha ricevuto l’interesse di più di 6mila utenti un po’ da tutta Italia.

Il padovano propone agli interessati di ritrovarsi sabato 16 settembre alle 9.30 nel parcheggio dell’Ikea, per poi entrare in bicicletta in A4 in direzione Venezia. Ovviamente percorrere l’autostrada in bici è vietato, ma la provocazione è proprio questa”.

To Top