Cronaca Italia

Guida ubriaco a Chiavari, ma pensa di essere a Milano

Guida ubriaco a Chiavari, ma pensa di essere a Milano

Guida ubriaco a Chiavari, ma pensa di essere a Milano (Foto d’archivio)

CHIAVARI (GENOVA) – Guida tutta la notte ubriaco e, una volta parcheggiata l’auto sul lungomare di Chiavari (Genova), pensa di essere arrivato a casa, a Milano, tanto da domandare ai vigili che lo fermano se non si trovasse proprio lì.

L’uomo, un milanese di 28 anni, è stato sottoposto all’etilometro e dopo che gli sono stati trovati 1,80 grammi di alcol per litro contro il limite di 0,5 è stato denunciato, gli è stata ritirata la patente e gli è stata sequestrata l’auto.

L’uomo aveva passato sabato scorso a Chiavari, in Liguria, e la mattina di Pasqua è stato visto vagare sul lungomare dagli agenti del commissariato, che lo hanno fermato e gli hanno domandato che cosa stesse facendo. Al che lui ha domandato loro, farfugliando: “Sono a Milano?”.

Racconta il Secolo XIX:

Lui è un milanese di 28 anni, che è venuto a Chiavari per trascorrere il weekend di Pasqua. Alle 7.30 è stato segnalato mentre girava intorno alla sua auto, intontito, dopo averla parcheggiata in strada in maniera non regolamentare. Gli agenti lo hanno avvicinato e gli hanno chiesto chi fosse e cosa stesse facendo. E lui, ubriaco, ha iniziato a farfugliare qualcosa, chiedendo se fosse a Milano. I due poliziotti della volante, diretti da Giuseppe Mesi, lo hanno sottoposto all’etilometro e lui ha fatto registrare un tasso alcolemico superiore a quello limite previsto dalla legge, ovvero 1,80 grammi per litro contro 0,50. Per questo è stato denunciato, gli è stata ritirata la patente e l’auto sequestrata.

To Top