Cronaca Italia

Marijuana nei tubi di areazione al ristorante: agenti a cena arrestano 2 persone

Marijuana nei tubi di areazione al ristorante: agenti a cena arrestano due persone

FIRENZE – Hanno fumato uno spinello e l’odore di marijuana è entrato nel tubo di aerazione del ristorante dove, per pura casualità, stavano cenando due carabinieri fuori servizio. Gli agenti hanno riconosciuto l’odore e così hanno iniziato a investigare, scoprendo che proveniva da una sala di registrazione di musica che si trova al piano sopra al locale e hanno arrestato due giovani albanesi per spaccio di droga a Firenze.

Il Messaggero scrive che tutto inizia quando due agenti si ritrovano a cena nel quartiere Santo Spirito di Firenze qualche mese fa, un quartiere dove la presenza di spacciatori è nota. Durante una cena i due sentono un odore familiare che però non riguarda il cibo, si tratta di marijuana. Nei giorni seguenti iniziano le indagini, che il 23 febbraio hanno portato all’arresto di due persone:

“Verso le 15.00, una prima pattuglia di militari ha segnalato l’arrivo nella strada di due giovani che dopo aver suonato il campanello del portone interessato sono entrati per poi uscire dopo circa 10 minuti, allontanandosi frettolosamente.

I due ragazzi sono stati lasciati allontanare e una volta a distanza dalla via sono stati controllati da altri militari in piazza Santa Trinita. I due sono risultati con precedenti per uso di droga e trovati in possesso di due buste in plastica contenente complessivamente circa 110 grammi di marijuana. Nel frattempo sono arrivati altri tre giovani davanti la porta d’ingresso dell’immobile, ed uno di loro ha aperto la porta di ingresso con le chiavi. Poco dopo uno dei tre è uscito allontanandosi velocemente a bordo di una bicicletta, facendo perdere le tracce.

A quel punto i militari dell’Arma hanno deciso di accedere nel locale. Appena dentro, oltre ai tre che erano da poco entrati, hanno trovato anche un altro giovane, un 24enne albanese, intento a confezionare delle dosi. Uno dei giovani ha tentato con violenza di fuggire, iniziando ad urlare per attirare l’attenzione dei presenti. Il ragazzo di 19 anni è stato bloccato dopo una breve colluttazione”.

Dopo ulteriori controlli nello stabile, i carabinieri hanno trovato nella stanza del ragazzo di 24 anni arrestato ingenti quantità di droga:

“1 kg e 850 grammi di marijuana, circa 450 grammi di hashish, due francobolli di Lsd nonché vario materiale per il taglio ed il confezionamento oltre alla somma di 500 euro, tutto occultato all’interno del condotto di areazione. Il condotto aveva una duplice funzione, oltre che nascondiglio, infatti, si è scoperto che fungeva anche da camera di essiccazione dell’erba. I due giovani, già noti alle forze dell’ordine per reati specifici, sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente”.

To Top