Blitz quotidiano
powered by aruba

Napoli, giornalisti minacciati. Fnsi: “Tutelare di più quelli a rischio”

NAPOLI – I giornalisti di Napoli sono sempre più a rischio e il 22 giugno il prefetto e il questore di Napoli si sono riuniti per discutere la situazione dei cronisti minacciati. All’incontro sono stati presenti anche Ottavio Lucarelli, presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania, e Claudio Silvestri, segretario del sindacato Federazione nazionale stampa italiana, Fnsi.

 

Il prefetto ha chiarito che, anche grazie alle segnalazioni di sindacato e Ordine, è stata incrementata la tutela per alcuni cronisti a rischio. Sindacato e Ordine saranno, inoltre, chiamati periodicamente a partecipare ai tavoli per l’ordine e la sicurezza nei quali si tratterà della questione dei giornalisti a rischio.

Questore e prefetto hanno garantito la massima attenzione per tutelare il diritto all’informazione in situazioni di criticità invitando i giornalisti a collaborare con le forze dell’ordine nelle situazioni più difficili da gestire anche sul piano dell’ordine pubblico. Lucarelli e Silvestri hanno dichiarato:

“È stato un incontro positivo che segna l’inizio di una collaborazione più stretta sul territorio tra gli organismi di sicurezza e la nostra categoria. È innegabile che negli ultimi tempi gli episodi di violenze e minacce nei confronti di giornalisti siano più frequenti, per questo è necessario che l’attenzione sia sempre altissima perché il diritto di informare e ad essere informati sia sempre garantito”.