Cronaca Italia

Pasquale Inzitari, agguato a Corigliano: arma si inceppa. Nel 2009 uccisero il figlio

Pasquale Inzitari, agguato a Corigliano: arma si inceppa. Nel 2009 uccisero il figlio

Pasquale Inzitari, agguato a Corigliano: arma si inceppa. Nel 2009 uccisero il figlio

COSENZA – Due uomini, a bordo di una motocicletta con indosso caschi integrali, gli hanno teso un agguato nel parcheggio del centro commerciale. Pasquale Inzitari, imprenditore di 57 anni originario di Rizziconi (Reggio Calabria) è vivo per miracolo.

Il fatto è accaduto martedì 25 luglio a Corigliano Calabro, dove l’imprenditore si era trasferito tempo fa e aveva trasferito la sua azienda, oggi sotto amministrazione controllata a causa dei suoi guai con la giustizia.

I due sicari lo hanno raggiunto in moto davanti al centro commerciale I Portali, lungo la Statale 106 Jonica, dove Inzitari gestisce un negozio. Nessuno dei numerosi colpi di pistola esplosi lo ha raggiunto. Ma è stata una casualità: l’arma si è infatti inceppata in mano allo sparatore proprio nel momento in cui ha premuto il grilletto in faccia a Inzitari.

Ha sparato a vuoto tre volte, tanti sono i bossoli inesplosi trovati nel parcheggio. Alla fine ai due uomini non è rimasto altro da fare che cercare la fuga. La pistola è una calibro 9×21, l’arma dei killer della ‘ndrangheta,

Sull’agguato indagano i carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro, che hanno ascoltato alcuni testimoni e lo stesso Inzitari e sequestrato le immagini registrate dalla video sorveglianza. Pasquale Inzitari è il padre di Francesco Maria Inzitari, il diciottenne che fu ucciso a Taurianova il 5 dicembre del 2009.

L’imprenditore è stato consigliere provinciale Udc di Reggio Calabria e vicesindaco di Rizziconi.

To Top