Blitz quotidiano
powered by aruba

Rovigo: in chiesa con pistola e copricapo islamico ma era uno scherzo

ROVIGO – Non è stata una bella pensata quella di 4 ragazzini di Rovigo: uno di loro è entrato in una chiesa vestito con il copricapo islamico e con una pistola (finta), volendo nelle intenzioni fare una parodia di quello che è successo a Rouen. Gli altri tre sghignazzavano, non altrettanto il povero parroco del tempio della Rotonda. Fortunatamente è bastato poco per capire che si trattava della bravata degli adolescenti del posto e non di un attentato. Ma la paura non è mancata, come racconta Il Gazzettino:

Terrore al santuario della Rotonda: tunica bianca e copricapo islamico, volto coperto da una bandana blu e in pugno una grossa pistola. Si è presentato così al tempio della Rotonda, chiesa simbolo di Rovigo. Quando il sacrestano se l’è trovato davanti, è sbiancato. Ha pensato di essere finito dentro all’incubo Isis e di avere di fronte un terrorista, visto il clima ingeneratosi dopo l’ultimo assalto che è stato sferrato in Francia, in una chiesa vicino a Rouen, costato la vita a un anziano sacerdote. A rompere il silenzio del pomeriggio afoso, alle pendici del campanile del Longhena, è stata una signora che ha dato la giusta lettura allo scherzo che più stupido non si può. «Ma se vengo a casa tua a fare una cosa del genere, ridi tanto?» ha urlato all’indirizzo del giovane. Dietro, lo sghignazzare di altri tre ragazzetti. Il ragazzo alto, con il volto travisato, nel frattempo ha capito che era il caso di darci un taglio e si è dileguato velocemente. Anche gli altri si sono dati alla fuga. Visto il clima di allarme generale, i giovani in questione hanno anche rischiato una denuncia per procurato allarme.


TAG: ,