Cronaca Italia

Terremoto a Roma: terza scossa 11.26 di mercoledì 18 gennaio

Terremoto a Roma: terza scossa 11.26 di mercoledì 18 gennaio

Terremoto a Roma: terza scossa 11.26 di mercoledì 18 gennaio

ROMA – Nuova scossa di terremoto a Roma alle 11.26 di mercoledì 18 gennaio. E’ la terza nel giro di un’ora. L’epicentro della prima scossa è stato Montereale, quello della seconda Amatrice. La terza scossa ha avuto come magnitudo 5.3 ed epicentro L’Aquila.

In seguito al ripetersi delle scosse di terremoto è in corso l’evacuazione di alcuni uffici nella zona di Roma sud. Tante le segnalazioni e richieste di informazioni giunte al numero unico di emergenza 112. Le scosse sono state sentite principalmente ai piani alti di palazzi in vari quartieri della Capitale: da Tiburtina, a Monteverde, dalla Prenestina all’Eur e anche nel centro storico.

Alcuni edifici pubblici e sedi di Enti sono stati evacuati ripetutamente stamani, nel centro di Roma. In alcuni casi i dipendenti alla fine sono stati mandati a casa. Alla Cassa depositi e prestiti (Cdp) in via Goito (nei pressi della stazione Termini), ad esempio – ha riferito una lavoratrice all’Ansa – la procedura d’emergenza e’ stata eseguita due volte in occasione di altrettante scosse, poi il Chief operating officer (Coo) ha comunicato ai dipendenti che per oggi dovevano tornarsene a casa per precauzione. Nella sede principale di Cdp sono in organico circa 5-600 persone, secondo quanto riferito. Stessa procedura per gli uffici dell’Inps all’Eur.

Il terremoto avvenuto nell’aquilano è stato generato dallo stesso sistema di faglie che si è attivato il 24 agosto. E’ quanto emerge dalle prime analisi degli esperti al lavoro nella sala sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica Vulcanologia (Ingv). “E’ lo stesso sistema di faglie attivato il 24 agosto, ma a generare il terremoto di oggi è un segmento diverso”, ha detto all’ANSA la sismologa Paola Montone, dell’Ingv.

To Top