Cronaca Italia

Terremoto, sindaco Campotosto: “Altra frana sul Monte Corno”

Terremoto, sindaco Campotosto: "Altra frana sul Monte Corno"

Terremoto, sindaco Campotosto: “Altra frana sul Monte Corno”

L’AQUILA – “Sul Monte Corno c’è una frana in atto. Si deve intervenire subito, altrimenti rischiamo di perdere la frazione di Ortolano”. È l’allarme del sindaco di Campotosto (L’Aquila), Luigi Cannavicci, sul costone che rischia di staccarsi dal monte che si trova sopra Ortolano (1000 metri), frazione del comune di Campotosto (1400 metri), da dove è partita, dopo una scossa di terremoto, la slavina che due giorni fa ha travolto Enrico De Dominicis, recuperato senza vita oggi. Ieri erano stati tratti in salvo in elicottero i 21 abitanti intrappolati nelle case.

Otto persone intanto sono state trovate vive sotto l’Hotel Rigopiano di Farindola. Vive e in buone condizioni. Erano nella zona delle cucine, sotto a un solaio, in una sorta di bolla che si era formata in quel vano. Tra loro ci sono una mamma e due bimbi. La donna e sua figlia sono state le prime estratte dopo 43 ore sotto la neve. In totale i sopravvissuti sono tre uomini, tre donne e i due piccoli. Sotto quel che rimane dell’albergo travolto dalla slavina non tutti sono morti. Sono stati i vigili del fuoco a individuare dalle voci le persone ancora vive e hanno cominciato a parlare con loro per individuarli con esattezza.

Il primo contatto è stato stabilito poco dopo le 11 di venerdì 20 gennaio. Dopo pochi minuti i soccorritori hanno cominciato a parlare con loro. Ora la speranza è che ci siano altri vivi: “Assolutamente sì, abbiamo la speranza di trovarne altri vivi. Potrebbero esserci altre sacche d’aria”, ha detto il vice brigadiere della Finanza, Marco Bini, spiegando che dal “varco che ci siamo creati ci spostiamo all’interno dell’albergo Rigopiano, ma è molto difficile andare avanti perché pericoloso”.

 

To Top