Cronaca Italia

Torre del Greco: bimbo di un anno e mezzo mangia hashish in casa e finisce in ospedale

Torre del Greco: bimbo di un anno e mezzo mangia hashish in casa e finisce in ospedale

Torre del Greco: bimbo di un anno e mezzo mangia hashish in casa e finisce in ospedale (foto d’archivio Ansa)

NAPOLI – Un bimbo di un anno e mezzo è stato ricoverato nell’ospedale pediatrico Santobono di Napoli dopo avere ingerito un pezzetto di hashish trovato nella sua casa di Torre del Greco (in provincia di Napoli) dove vive con i genitori e uno zio, fratello del padre. Le sue condizioni sono già in via di miglioramento: secondo i medici è fuori pericolo, anche se la prognosi rimane riservata.

La Polizia di Stato del locale commissariato ha denunciato per lesioni colpose lo zio del bimbo, pregiudicato per reati connessi alla droga così come il padre del piccolo. Secondo quanto emerso dalle indagini, infatti, la sostanza stupefacente, risultata di proprietà dello zio, era stata lasciata incustodita. Il piccolo l’ha trovata e l’ha ingerita pensando che si trattasse di un dolcetto.

Ad accorgersi dell’accaduto, e a portare il bambino in ospedale, è stato il padre, sottoposto alla misura cautelare di obbligo di dimora a Torre del Greco. L’ospedale pediatrico Santobono si trova a Napoli, quindi per compiere l’operazione di soccorso il genitore ha violato l’obbligo di dimora: viste le circostanze, però, non è stato denunciato. Lo zio del bimbo, 23 anni, è stato segnalato alla Prefettura di Napoli come assuntore di sostanze stupefacenti.

To Top