Blitz quotidiano
powered by aruba

Truffa, dopo lo specchietto occhio al biglietto sul parabrezza

ROMA – Dopo la truffa dello specchietto ecco quella del foglietto: ve lo lasciano sul parabrezza dell’auto, a mo’ di multa, ma in realtà è una richiesta fasulla di risarcimento danni. Nel biglietto i truffatori sostengono infatti che durante la manovra di parcheggio avete danneggiato l’auto posteggiata di fronte o dietro alla vostra. Vi diranno che i segni sono ben visibili sulla carrozzeria e che combaciano perfettamente con quelli della vostra auto. Vi proporranno un accordo per non sporgere denuncia all’assicurazione o rivolgersi alle autorità.

Puntano sulla vostra buona fede, in calce al biglietto infatti generalmente scrivono: “Ho ritirato la macchina dal carrozziere lunedì, quindi per cortesia, se ha un po’ di cuore, mi contatti al…”. Ovviamente si tratta di un falso creato ad hoc per estorcervi denaro.

La nuova truffa si sta diffondendo a macchia d’olio nelle maggiori città d’Italia. Polizia, vigili e carabinieri sono già stati allertati sul nuovo magheggio. Dunque, la prima cosa da fare è proprio il contrario di quanto suggerito dal bigliettino: contattare le forze dell’ordine e mostrare il foglietto.

Una variante è quella di una signora che con voce calma vi accusa di aver lasciato un biglietto sulla vostra auto, con il numero di telefono e la targa, in cui dice che le avete ammaccato la macchina. La signora rincara la dose, e minaccia di denunciarvi se non ammettete l’accaduto. Non lasciatevi raggirare.


TAG: