Blitz quotidiano
powered by aruba

Tutor, nulle tutte le multe? La sentenza del Giudice di pace

ROMA – Potrebbero essere nulle migliaia di multe prese col Tutor. A sollevare la questione è stato un avvocato che nel difendere il proprio cliente da un multa per il tutor, si è accorto che la società utilizzatrice, “Autostrade Tech”, non è in verità la vera titolare dell’autorizzazione ministeriale, autorizzazione che, invece, era stata a suo tempo rilasciata alla società controllante “Autostrade per l’Italia”. Un cavillo, d’accordo, ma un giudice di pace gli ha dato ragione.

Come spiega laleggepertutti.it 

Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio, anche quando dall’altro lato c’è la pubblica amministrazione. Forte di questa massima di vita, un avvocato, nel difendere il proprio cliente da un multa per il tutor, si è accorto che la società utilizzatrice, “Autostrade Tech”, non è in verità la vera titolare dell’autorizzazione ministeriale, autorizzazione che, invece, era stata a suo tempo rilasciata alla società controllante “Autostrade per l’Italia”. Il che, secondo un giudice di pace, rende tutte nulle le contravvenzioni elevate a mezzo dell’odiato strumento di controllo elettronico della velocità. In particolare, il magistrato onorario campano si è accorto che l’omologazione di numerosi tutor di tipo Vergilius (l’ultimo e più evoluto sistema) è stata chiesta e rilasciata dal ministero dei Trasporti solo alla società Autostrade per l’Italia S.p.a. e non alla sua controllata che ora invece l’utilizza. Ma procediamo con ordine.

La decisione ora fa discutere: potrebbe rendere carta straccia tutte le multe non ancora notificate e, permettere agli automobilisti di impugnare le contravvenzioni non ancora pagate. Si profila una lunga battaglia. Il Ministero dell’Interno ha già fatto sapere che la Prefettura competente, attraverso l’avvocatura generale dello Stato, presenterà appello. Chi la spunterà? 


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'