Blitz quotidiano
powered by aruba

Poliziotto Maurilio Vargiu ucciso dal cognato a Soleminis

CAGLIARI – Omicidio, nella mattinata di oggi 20 febbraio, a Soleminis, in provincia di Cagliari. Un ispettore della Polizia di Stato, in servizio a Cagliari, Maurilio Vargiu, 51 anni, è stato ucciso a fucilate dal cognato, Gian Priamo Piras, 58 anni, che poi ha tentato di suicidarsi e adesso è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Brotzu di Cagliari. L’omicidio è avvenuto nell’abitazione di Piras, dove il poliziotto si era recato su richiesta dei familiari del 58enne che, a quanto pare, soffriva di depressione e aveva minacciato più volte di farla finita.

Vargiu  andato a calmare il cognato perché era depresso per la perdita della madre avvenuta di recente, ma appena aperto la porta è stato centrato dalle fucilate.   Piras attualmente ricoverato all’ospedale Brotzu in gravi condizioni, in stato di fermo, a quanto pare non si era più ripreso a seguito della scomparsa della madre. Avrebbe trascorso una notte difficile e questa mattina avrebbe minacciato di togliersi la vita.

I familiari, secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, avrebbero chiamato il cognato Maurilio Vargiu, ispettore di polizia che lavorava alla zona telecomunicazioni della polizia di Stato di Cagliari, chiedendo di calmarlo. Il poliziotto ha raggiunto l’abitazione del cognato, ma appena aperta la porta non ha avuto neppure il tempo di rivolgersi all’uomo: è stato subito centrato dalle fucilate.