Cronaca Italia

Vietri sul Mare, morbillo in hotel: 3 casi, a rischio contagio 700 ospiti

Vietri sul mare, allarme morbillo in hotel: 3 casi, a rischio contagio 700 ospiti

Vietri sul mare, allarme morbillo in hotel: 3 casi, a rischio contagio 700 ospiti

SALERNO – Tre casi di morbillo accertati e almeno 700 persone a rischio contagio. Questa la situazione di due hotel a Vietri sul Mare, nella provincia di Salerno, dopo che tre dipendenti delle due strutture si sono ammalati. La Asl ha invitato i possibili contagiati a contattare le rispettive aziende sanitarie, ma ha anche sottolineato che la situazione è sotto controllo.

I dipendenti che hanno contratto il morbillo sono due addetti alla receptione e una cameriera di sala, che potrebbero aver avuto contatti con almeno 700 persone tra ospiti e altri colleghi.

Un vero e proprio focolaio della malattia infettiva per cui il ministero della Salute è corso ai ripari contattando le persone che potrebbero essere state contagiate e invitandole a recarsi nelle asl di residenza per ricevere le cure adeguate e rimanere in isolamento, in modo da non diffondere ulteriormente la malattia.

Il problema, sottolinea Repubblica, è che non tutti gli ospiti sono stati individuati dato che il sistema di registrazione dell’hotel non conserva l’indirizzo di residenza ma solo la città, quindi rintracciare tutti i potenziali contagiati non sarà facile. Pertanto per chiunque sia reduce da un soggiorno a Vietri sul Mare, il consiglio è quello di contattare gli alberghi presso il quale hanno soggiornato per conscere la situazione e rivolgersi alle asl di appartenenza per ricevere le eventuali cure necessarie.

Intanto però la asl di Salerno in un comunicato avverte che la situazione è sotto controllo, come ribadito dalla dottoressa Annalisa Caiazzo:

“La situazione è sotto controllo  e non è il caso di fare allarmismi. L’Asl fornisce ottime coperture vaccinali”.

I tre episodi di morbillo si sono registrati una settimana fa e le autorità sanitarie hanno provveduto ad avviare tutte le procedure da attuare in questi casi. Si è appreso, inoltre, che nell’ultimo mese si sono registrati altri due casi nel Salernitano: a Scafati (un bambino di un anno) e a Sarno.

To Top