Economia

Pensioni all’estero: “A Tenerife con 1630 euro al mese. Inps me ne leva 7mila di tasse. Che dice Boeri?”

Pensioni all'estero: "A Tenerife con 1630 euro al mese. Inps me ne leva 7mila di tasse. Che dice Boeri?"

Pensioni all’estero: “A Tenerife con 1630 euro al mese. Inps me ne leva 7mila di tasse. Che dice Boeri?”

ROMA – Pensioni all’estero: “A Tenerife con 1630 euro al mese. Inps me ne leva 7mila di tasse. Che dice Boeri?”. Messi praticamente all’indice dal presidente dell’Inps Tito Boeri, cosa pensano i pensionati che si sono trasferiti all’estero per godersi al meglio la pensione? Il Corriere della Sera ne ha intervistato uno che ha scelto le Canarie e la città di Tenerife, “dove il clima è sempre bello” e dove coglierà l’offerta di una municipalità che fino a 20mila euro ti considera fiscalmente esente.

Franze Macelloni, 62 anni, è uno scampato alla Fornero: è andato in pensione a 56 anni nel 2011 dalle Ferrovie con 40 anni e mezzo di contributi. “All’inizio per provare, ma ora farò richiesta di pagare qui le tasse e così dovrei risparmiare un bel po’ perché alle Canarie i redditi da pensione sono esenti fino a 20mila euro e posso scalare pure l’affitto. Lo sa quanto mi trattiene invece l’Inps? 6.900 euro l’anno. Non le pare troppo? Lo chiedo anche al presidente dell’Inps, Boeri”.

Dato a Boeri quel che è di Boeri, Macelloni ha voluto dare qualche dritta – qual è il costo della vita alle Canarie – e il consiglio di non farsi abbindolare da chi promette una vita da sogno con 700/800 euro al mese, di solito italiani che non aspettano che di rifilare qualche cattivo affare.

“Per la spesa spendiamo 250 euro al mese; il gasolio per la macchina 75-80 centesimi al litro; l’assicurazione 290 euro l’anno; una serata al ristorante in due 30-35 euro; un ombrellone e due lettini 9-12 euro”.

To Top