Economia

Pensioni anticipate: no decurtazioni anche per anni 2012-14

Pensioni anticipate: no decurtazioni anche per anni 2012-14

Pensioni anticipate: no decurtazioni anche per anni 2012-14

ROMA – L’ultima manovra, la legge di Stabilità 2016, ha reso retroattiva la norma che abolisce la decurtazione automatica degli assegni di pensione anticipata prevista dalla riforma Fornero.

Significa che restano intatte anche le pensioni anticipate  di chi si è ritirato non avendo raggiunto i 62 anni di età e con minimo di 42 anni e mezzo (41 le donne) di contributi nel periodo 2012-2014.  La riforma Fornero prevede una decurtazione per i prepensionamenti proporzionale ad ogni anno di anticipo.

Una sanatoria era intervenuta per rendere piena la pensione anticipata per i trattamenti pensionistici liquidati fra il primo gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017: sanatoria che però penalizzava appunto “questi lavoratori erano prima rimasti vittime dell’irrigidimento dei requisiti pensionistici imposti dalla Riforma Pensioni 2011 e poi beffati dal condono parziale, da cui erano rimasti fuori” (Pmi.it).

Ricapitolando, con la retroattività della norma appena approvata, 25mila trattamenti pensionistici avranno riconosciuta una pensione più alta di un 10% in più.

To Top