Energia

Energie rinnovabili: Giuseppe Ricci (Eni), riuso oli vegetali ha valenza di sviluppo

Energie rinnovabili: Giuseppe Ricci (Eni), riuso oli vegetali ha valenza di sviluppo

Energie rinnovabili: Giuseppe Ricci (Eni), riuso oli vegetali ha valenza di sviluppo

ROMA – Aumentare la capacità di recupero come incentivo all’economia circolare, che coniuga protezione dell’ambiente con crescita e sviluppo. Ne ha parlato l’ingegnere Giuseppe Ricci, chief refining e marketing officer di Eni, nel corso del convegno sul tema “Economia solidale e sviluppo sostenibile” organizzato dalla fondazione Sorella Natura a Palazzo Bernabei, ad Assisi.

L’esempio fornito è quello degli oli vegetali usati, che vengono recuperati e trasformati in carburante per produrre energia. “In Eni raccogliamo gli oli fritti, circa 60mila tonnellate all’anno, ma il potenziale è di oltre 200mila tonnellate: più di tre volte tanto”, ha spiegato Ricci e ha sottolineato che “aumentare la capacità di recupero significherebbe triplicare una piccola economia, considerando che nella filiera di gestione ci sono tanti soggetti: quelli che raccolgono, quelli che depurano, quelli che comprano”.

Fondamentale è, allora, per il dirigente Eni, premere per un cambiamento culturale: “Per affrontare la transizione energetica occorre mettere insieme tutte le forze e lavorare molto sull’educazione della popolazione, che può aiutare a scoprire nuove fonti di crescita economica”.

To Top