Musica

Charles Bradley, l’erede di James Brown, è morto a 68 anni

Charles Bradley, l'erede di James Brown, è morto a 68 anni

Charles Bradley, l’erede di James Brown, è morto a 68 anni

ROMA – Charles Bradley, l’erede di James Brown, è morto a 68 anni. Era considerato il vero erede di James Brown, il successo, dopo una lunga gavetta, era arrivato solo nel 2011: è morto ieri all’età di 68 anni a Brooklyn Charles Bradley. Decise di diventare un cantante soul quando vide da giovanissimo James Brown all’Apollo Theatre: da allora non ha mai smesso di crederci anche quando lavorava come cuoco per tirare avanti, quando finì per strada come uno dei tanti homeless di New York.

Nel 2011, passati i sessant’anni, è riuscito a vivere della sua musica: è l’anno dell’uscita del suo primo album, “No Time for Dreaming”. Negli anni successivi ha pubblicato anche Victim of Love nel 2013 e Changes nel 2016, dischi di soul funk senza tempo di grandissima qualità. La canzone Changes, peraltro, diede nuova veste e altri colori a un vecchio successo dei Black Sabbath.

To Top