Blitz quotidiano
powered by aruba

“Fantasmi a casa Vianello”: domestici raccontano alla D’Urso

"Mentre passavo l’aspirapolvere - racconta la signora Rosalie a Barbara D'Urso - si è accesa la televisione con il volume molto forte su un canale che non vedevamo mai. Anche mio marito, mentre guardava la partita, sentiva l’audio sempre molto alto, anche se lo abbassava. La televisione che si accende da sola è quella nella stanza in cui si era trasferito il signor Raimondo..."

ROMA – “Raimondo Vianello e Sandra Mondaini sono sempre qui. Abbiamo sempre la sensazione che ci sia qualcuno che passa o verso la cucina o verso la stanza del signor Raimondo”, ha provato a spiegare qualche giorno fa a Domenica Live, la signora Rosalie, la madre della famiglia filippina “adottata” da Sandra Mondaini e Raimondo Vianello e per anni al servizio della loro abitazione. Clicca qui per guardare il servizio di Domenica Live.

“Mentre passavo l’aspirapolvere – racconta la signora Rosalie a Barbara D’Urso – si è accesa la televisione con il volume molto forte su un canale che non vedevamo mai. Anche mio marito, mentre guardava la partita, sentiva l’audio sempre molto alto, anche se lo abbassava. La televisione che si accende da sola è quella nella stanza in cui si era trasferito il signor Raimondo”. Malgrado la perplessità del pubblico, la famiglia filippina è sicura di quel che hanno visto e di quel che raccontano:

“Se sono manifestazioni e segni di Raimondo e Sandra? A noi piace pensare che sia così – confessa il figlio di Rosalie, John Mark – E tanti segni si sono verificati in questi anni. Solo ad inizio 2016, nel primo weekend, al piano di sopra, mia cugina ha visto una sagoma bianca. Si è talmente impaurita che non ha voluto dormire lì e alla fine ha dormito con mio fratello”.

John Mark aveva già raccontato al Magazine online Mistero gli inspiegabili episodi capitati al povero Vianello in fin di vita tra le stanze di Milano 2. “Durante la malattia zio Raimondo dialogava da solo con strani ed invisibili personaggi. Diceva che si trattava dei suoi familiari che venivano a fargli visita. Spesso, quando scendeva le scale che dal piano superiore giungevano nella sala soggiorno, si fermava improvvisamente e chiedeva alle “entità” di precederlo, facendo cenno con la mano”. Tra la morte di Vianello e la morte di Sandra (Raimondo è morto il 15 aprile del 2010, Sandra il 21 settembre 2010.) sempre a Milano 2 si verificarono altri strani fenomeni: la solita accensione della tv (i dettagli vogliono che il canale su cui si sintonizzasse spontaneamente fosse il 13), o nel bagno usato dal comico cominciava misteriosamente a scorrere acqua dalla doccia, come se qualcuno avesse azionato la manopola.

Immagine 1 di 40
  • Raimondo Vianello e Sandra Mondaini (40)
Immagine 1 di 40

PER SAPERNE DI PIU'