Pagina 5 - Gossip

Kate Middleton ha le nausee da iperemesi gravidica. Primo giorno di scuola per George solo con William FOTO

Kate Middleton ha le nausee da iperemesi gravidica. Primo giorno di scuola per George solo con William FOTO

Kate Middleton ha le nausee da iperemesi gravidica. Primo giorno di scuola per George solo con William (Foto Twitter)

LONDRA – Le forti nausee della sua terza gravidanza non danno requie a Kate Middleton, che proprio a causa di questo malessere oggi si è persa un momento importante della vita del figlioletto George: il suo primo giorno di scuola.

Il principino è stato accompagnato alla scuola privata, la prestigiosa Thomas’s Battersea nel sud di Londra, dal papà William. Nelle foto diffuse sui media si vede il piccolo erede al trono, 4 anni, con indosso l’uniforme scolastica, mentre, piuttosto emozionato, entra insieme al padre-principe nell’istituto.

Come spiega Sky News, i suoi compagni di classe lo chiameranno semplicemente George Cambridge. La duchessa intanto continua ad essere seguita per il suo problema di salute, la iperemesi gravidica di cui aveva sofferto anche nelle due precedenti gravidanze, a Kensington Palace.

MA COS’E’ L’IPEREMESI GRAVIDICA? La condizione che ha colpito Kate Middleton anche in questa sua terza gravidanza, dopo averla accompagnata durante la gestazione di George e Charlotte, si presenta con nausea e vomito molto più forti di quelli che si manifestano normalmente nei primi mesi di gravidanza, e in molti casi dura anche molto più tempo.

Tra i sintomi, oltre a nausea e vomito prolungati e severi (può accadere di stare male anche 50 volte al giorno), provoca disidratazione, perché non si riesce a trattenere i liquidi, perdita di peso, pressione bassa quando si sta in piedi e chetosi, una grave condizione che causa l’accumulo di sostanze chimiche acide nel sangue e nelle urine, cosa che accade perché il corpo fa leva sulle riserve di grasso piuttosto che sugli zuccheri per l’energia.

A differenza delle normali nausee da gravidanza, inoltre, l’iperemesi gravidica non si allevia entro 14 settimane, come accade per chi sperimenta forme lievi o moderate di nausea e vomito, ma può durare per l’intera gravidanza, finché il bimbo non nasce, anche se alcuni sintomi possono migliorare a circa 20 settimane. Inoltre proprio come è accaduto alla duchessa di Cambridge, chi l’ha già sperimentata in gravidanze precedenti ha una maggiore possibilità che si ripresenti.

Per contrastare i sintomi si possono prendere anti-emetici, vitamine B6 e B12 e in caso steroidi, anche in combinazione, ma se il vomito e la nausea sono incontrollabili questo può richiedere un ricovero in ospedale, dove è possibile effettuare trattamenti con fluidi intravenosi. Prima si iniziano i trattamenti più si vedranno gli effetti positivi.

Se trattata per tempo questa condizione non provoca problemi al bambino, anche se la perdita di peso della mamma può portarlo a nascere a propria volta con un peso inferiore al normale. In rari casi si può verificare una trombosi venosa profonda, dovuta alla disidratazione e alla mancanza di movimento.

(Foto dall’account Twitter di Kensington Palace)

To Top