Politica Europa

Germania compra tutti gli aeroporti della Grecia

Germania compra tutti gli aeroporti della Grecia

Germania compra tutti gli aeroporti della Grecia

ATENE – Salonicco, ma anche Atene, isole di Creta, Corfù e Rodi. Tutti gli aeroporti maggiori della Grecia sono in mano al suo creditore più austero e severo: la Germania. La società aeroportuale tedesca AviAlliance, che detiene il 49% dell’aeroporto di Amburgo e il 30% di Dusseldorf, ha infatti vinto il rinnovo della concessione per altri 20 anni, fino al 2046 dell’aeroporto di Atene che gestisce dal lontano 1995, per una somma pari a 600 milioni di euro. Il rinnovo era compreso nella promessa fatta nel 2015 a Ue e Fmi per il terzo piano di aiuti da 86 miliardi di euro.

Oltre alla AviAlliance, anche il gestore aeroportuale tedesco pubblico Fraport, ha firmato a sua volta un accordo dal 2015 del valore di 1,2 miliardi di euro per la locazione e gestione di 14 aeroporti greci regionali greci, fra cui molti nelle maggiori isole turistiche. La Fraport ha vinto il diritto di gestire e sviluppare gli aeroporti per un periodo di 40 anni. Fra gli scali compresi nell’accordo ci sono quelli di Salonicco e delle isole di Creta, Corfù e Rodi, cioè le principali destinazioni turistiche dopo la capitale.

Come riporta Il Sole24Ore:

Più in dettaglio la società aeroportuale tedesca AviAlliance (al 40%) e il gruppo greco Copelouzos (al 5%) hanno una quota complessiva del 45 per cento nella società aeroportulae di Atene ( AIA). Il fondo greco per le privatizzazioni HRADF detiene una quota del 30% e il governo greco del 25%. Il completamento dell’intesa è soggetto all’approvazione delle autorità europee e del Parlamento greco.

Si tratta di una boccata d’ossigeno per le casse dello stato greco che a luglio deve ripagare 7 miliardi di euro di crediti e che aspetta da un anno la tranche per la seconda revisione del terzo piano.

 

To Top