Politica Italia

Stupro Rimini, Saverio Siorini di Noi con Salvini su Fb: “Quando succederà alla Boldrini?”

Stupro Rimini, Saverio Siorini di Noi con Salvini su Fb: "Quando succederà alla Boldrini?"

Stupro Rimini, Saverio Siorini di Noi con Salvini su Fb: “Quando succederà alla Boldrini?”

RIMINI – Inneggiare allo stupro di Laura Boldrini e delle donne del Pd, come accaduto per la turista polacca a Rimini. Siamo un po’ troppo fuori di testa. Saverio Siorini, esponente di Noi con Salvini e segretario cittadino di San Giovanni Rotondo, in provincia di Foggia, si lascia andare ad un commento di odio. Poi tenta invano il dietrofront, dichiarando che il suo post ben visibile su Facebook è stato frainteso e strumentalizzato.

Il sito TgCom 24 scrive che Siorini in un post su Facebook aveva espresso tutta la sua rabbia per quanto accaduto alla coppia di turisti e alla transessuale di Rimini, stuprate nella notte tra il 25 e 26 agosto da 4 nordafricani:

“Ma alla Boldrini e alle donne del Pd, quando dovrà succedere?”.

Solo una provocazione, così si difende Siorini parlando del suo primo post, ma ogni precisazione lo fa scivolare:

“Ovvio che lo stupro non si augura a nessuno, ma questa è una provocazione che nessuno ha recepito. Ancor più strano è che la Boldrini non ha preso ancora una posizione contro questa odiosa recrudescenza di stupri visto che vede come protagonisti i suoi amici immigranti?”.

Una domanda terribile, che ha scatenato le polemiche e così Siorini prima l’ha cancellato e poi ha tentato di dare una spiegazione:

“Capisco che il mio post è stato frainteso e anche strumentalizzato. E’ tanta la rabbia per questa giovane donna stuprata, e il silenzio della Boldrini e di tutte le femministe (che hanno preferito accanirsi su di me), che non ci ho visto più. Ovvio che non era mia intenzione augurare il male a nessuno, con questo non cambio idea: auguro una castrazione chimica a tutti gli stupratori e la rabbia del popolo a tutti i complici del Pd”.

 

To Top