Politica Italia

YOUTUBE Luigi Di Maio a Maria Elena Boschi: “Ti porto un po’ di telecamere…”

YOUTUBE Luigi Di Maio a Maria Elena Boschi: "Ti porto un po' di telecamere..."

YOUTUBE Luigi Di Maio a Maria Elena Boschi: “Ti porto un po’ di telecamere…”

ROMA – Calca di cronisti e cameraman assiepati al Centro Studi Americani: attendono il primo incontro ravvicinato tra Maria Elena Boschi e Luigi Di Maio, “nemici per la pelle” sull’intero spettro della politica, dal caso di banca Etruria alla riforma costituzionale. La prima, emblema del renzismo, il secondo, frontman del M5S: insieme sul palco per presentare con Gianni Letta e il capogruppo Ap Maurizio Lupi il libro di Vito Cozzoli “Sviluppo e innovazione. Idee, esperienze e policy per la competitività del Paese”. E’ la prima volta che Boschi e Di Maio sono relatori ad uno stesso evento e i fotografi subito chiedono una stretta di mano: i due acconsentono ma è l’unico gesto amichevole del pomeriggio.

Anche perché la prima domanda della moderatrice del convegno, Maria Latella, è su un tema bollente: la legge elettorale. E se Boschi sottolinea come la proposta del Pd ci sia, ed è il Rosatellum, ma che quella stessa proposta il Pd “non ha i numeri per farla approvare”, Di Maio ribadisce la linea pentastellata: “massima apertura ma partendo dal Legalicum chi si accorda per scribvere una legge contro di noi si scaverà la fossa”. Prima di replicare, tuttavia, Di Maio si concede – incassando una smorfia della sottosegretaria Pd – una battuta cattivella: “Diciamo che la mia presenza qui ha contribuito a portare un po’ di telecamere…“. Il video è stato pubblicato su YouTube dall’Agenzia Vista.

In effetti, la presenza di Di Maio a un convegno di certo avulso dalla tradizione pentastellata non era passata inosservata e aveva alimentato i rumors di un Movimento pronto al dialogo con quegli ambienti che, fino a qualche tempo fa, erano considerati l’avversario da sconfiggere. Ma il vice presidente della Camera, conscio di una polemica che potrebbe creare malumori anche tra i suoi colleghi ortodossi, si affretta a gettare acqua sul fuoco. Cozzoli “ha contribuito al fondo per il microcredito, venire qui a parlarne era il minimo, state montando una storia che non esiste”, sottolinea Di Maio che abbandona il convegno – per concomitanti appuntamenti a Montecitorio, spiega lo staff del M5S – prima che parlino Boschi e Gianni Letta. Un Letta che, interpellato sulla legge elettorale, non si scompone, lasciandosi andare però ad una battuta che, in fondo, racchiude il pensiero di Silvio Berlusconi. “Io spero che nel colore del vestito di Maria Elena non ci sia un’allusione al Rosatellum”, osserva. E alla sottosegretaria vestita in completo rosa scappa un sorriso.

To Top