Blitz quotidiano
powered by aruba

Thailandia senza re, un reggente di 96 anni, il principe ereditario ci pensa su, un futuro di repubblica?

Thailandia senza re, a un reggente di 96 anni le sorti del regno mentre il principe ereditario ci pensa su. Morto il re, non ancora viva il re. Ma ci sarà un nuovo re o la Thailandia è avviata a un futuro da repubblica? Il principe ereditario Maha Vajiralongkorn vuole pensarci su. Ha 64 anni e a quell’età la maggior parte degli essere umani, se ancora in vita, si gode la pensione.

Le incertezze sul futuro del trono in Thailandia sono state confermate dal  primo ministro Prayuth Chan-ocha, nel dare l’annuncio della nomina del reggente, nella persona del presidente del Consiglio privato reale della Thailandia, Prem Tinsulanonda, che ha 96 anni, qualcuno in più del defunto sovrano, re Bhumibol Adulyadej, morto a 88 anni di età dopo 70 anni di regno.  Prem è un ex generale e primo ministro che ha governato il Paese tra il 1980 e il 1988, mantenendo anche in seguito una forte influenza negli affari di palazzo ed è considerata la persona più vicina al re scomparso.

Annunciando la nomina del reggente e confermando le incertezze riguardo al futuro del trono, il primo ministro Prayuth Chan-ocha ha precisato che il principe ereditario Maha Vajiralongkorn ha chiesto più tempo per il lutto prima di assumere gli onori.

La storia della Thailandia negli ultimi 100 anni è stata caratterizzata da eventi drammatici e dominata dalla figura di re intelligenti e lungimiranti (ricordate il film Anna and the King?) che l’hanno tenuta fuori da occupazioni coloniali, nell’800, e da infiltrazioni comuniste nel dopoguerra, mantenendola saldamente nell’orbita americana.

Gli ultimi anni non sono stati da meno, quanto a colpi di scena. L’ex primo ministro Thaksin Shinawatra, una specie di Berlusconi d’oriente, fu deposto da un colpo di Stato nel 2006 e si auto-esiliò nel 2008, nel timore di essere condannato nei procedimenti penali in cui era accusato di corruzione e conflitto di interessi.

L’attuale primo ministro Prayuth Chan-ocha, è un militare, comandante in capo del Reale Esercito Thailandese dall’ottobre del 2010, che ha guidato il colpo di Stato militare del 22 maggio 2014 che ha deposto il governo ad interim di Niwatthamrong Boonsongpaisan, durato solo 15 giorni. Auto-proclamandosi il giorno dopo primo ministro ad interim, Prayuth Chan-ocha il 21 agosto 2014 è stato eletto primo ministro dal nuovo parlamento nominato dalla giunta e composto principalmente da militari.

Prayuth Chan-ocha si affaccia sulla scena della Thailandia dopo il colpo di Stato del 2006, che esautorò Thaksin. Prayuth entrò a far parte del Parlamento, dove fu inserito nel Comitato per l’Ambiente e le Risorse Naturali, mentre una giunta militare appoggiò il governo del generale Surayud Chulanont fino alle elezioni che videro vincitore il Partito del Potere Popolare (PPP), alleato di Thaksin.

Primo ministro fu nominato Samak Sundaravej, che dopo pochi mesi venne destituito dalla Corte Costituzionale per conflitto d’interessi. Il suo posto fu preso da un altro membro del PPP, Somchai Wongsawat, cognato di Thaksin, che dopo soli due mesi fu a sua volta deposto dalla Corte Costituzionale con l’accusa di brogli elettorali commessi dal PPP. Il partito venne disciolto e i suoi membri inibiti a ricoprire cariche pubbliche per 5 anni. La legislatura con il governo del PPP fu accompagnata da crescenti proteste dei conservatori, che arrivarono ad occupare il Parlamento e l’aeroporto di Bangkok.

La questione della successione al trono in Thailandia è un tema delicato. Il figlio secondogenito (primogenito è una femmina, la principessa Sirindhorn, per anni indicata come favorita dalla corte per la successione) del defunto re Bhumibol Adulyadej, Maha Vajiralongkorn, non è amato dal popolo, che lo sente come poco adatto a ricoprire il ruolo di re, un po’ come accade in Inghilterra con Carlo. Il principe Maha Vajiralongkorn ha frequentato le scuole primarie a Bangkok e ha completato la sua istruzione in Inghilterra e in Australia.

La sua è una lunga storia di stravaganze e divorzi, Il 3 gennaio 1977 si sposa con la prima consorte, la principessa Soamsavali Kitiyakara, prima cugina da parte di madre. La coppia ebbe una figlia e si separò l’anno successivo.

Come militare, il principe vanta diversi titoli. Nel 1975 entrò nell’Esercito Reale thailandese come ufficiale e tre anni dopo venne nominato a capo della guardia personale del sovrano.

Dopo la fine del matrimonio con un’attrice, il Il 10 febbraio 2001, Vajiralongkorn si è sposato per la terza volta con Srirasmi Suwadee, una ragazza comune, dalla quale il principe ha divorziato nel 2014. La donna è stata protagonista di un video del 2007, che ha fatto molto parlare, in cui è ritratta semi insieme ad un barboncino a fianco del Principe.

 


TAG: