Video

Luca e Paolo al posto di Crozza: l’esordio a diMartedì VIDEO

Luca e Paolo al posto di Crozza: l'esordio a diMartedì VIDEO

Luca e Paolo al posto di Crozza: l’esordio a diMartedì

ROMA – Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu al posto di Maurizio Crozza. Allo storico duo Giovanni Floris ha affidato la consueta copertina satirica del suo talk show, dopo il trasferimento di Crozza sul Canale 9. E al loro esordio a diMartedì del 4 aprile i due comici non sono stati da meno. Battute sferzanti su tutto e tutti, dai compensi Rai ai Cinque Stelle, da Matteo Renzi a Berlusconi.

“In questa settimana, in cui si è parlato tanto dei compensi agli artisti Rai… – ha attaccato Luca – cioè pagare meno quelli che vanno in video, compresi i comici… è con immenso piacere che vi salutiamo da La7, una rete moderna, che non ha bisogno di polemiche per essere notata”. “O di politici per essere ascoltata”, ha continuato Paolo. Poi hanno rincarato la dose: “Comunque, dottor Floris, dica al dottor Cairo che noi siamo due artisti liberi! Per soldi, noi diamo addosso a chi vuole lei”.

Dopo un saluto al loro predecessore Crozza (“raccogliamo un’eredità importante… salutiamo il nostro amico Maurizio”), i comici si sono subito lanciati sull’ex premier: “Dopo l’esito delle primarie, Matteo Renzi sta riprendendo sempre più sicurezza in sé stesso. Ha anche aperto un conto in Banca Etruria“.

Luca e Paolo non risparmiano neppure il M5s, con Alessandro Di Battista ospite in studio: “L’altro giorno Casaleggio jr ha detto che il Pd è come Blockbuster, mentre il M5S è come Netflix. Un po’ è vero… ma se il M5S è Netflix, il Pd Blockbuster e Renzi Torrent. Allora Berlusconi cos’è? Beh… YouPorn”, hanno concluso all’unisono.

To Top