Video

M5s, Paolo Bernini a Ballarò: “Zeitgeist apre occhi su microchip e massoneria”

M5s, Paolo Bernini a Ballarò

M5s, Paolo Bernini a Ballarò

ROMA – Paolo Bernini ha 25 anni, è vegano , neo eletto con il Movimento 5 Stelle e a Ballarò parla del perché si è candidato. Microchip nel corpo umano, come negli Usa, massoneria, religione e 11 settembre sono le sue preoccupazioni. Le presunte verità rivelate da Zeitgeist, documentario sui complotti, sono secondo Bernini ciò di cui gli italiani si preoccupano e le voci dei cittadini da portare in parlamento.

Nel video di candidatura per il Movimento 5 stelle Bernini diceva: “Mi sono candidato perché volevo cambiare il paese per evitare di cambiare paese”. Laureato in Tecnologia dell’informazione, il ragazzo sembra avere buone intenzioni. Nel servizio andato in onda a Ballarò il 5 marzo Bernini illustra le sue priorità: le teorie complottiste di Zeitgeist, che gli hanno aperto gli occhi: “Mi ha fatto vedere il mondo in modo completamente diverso”.

2x1000 PD

Bernini spiega che dovremmo preoccuparci, perché “i media non fanno solo informazione ma dirigono anche le scelte”. Il popolo, secondo il ragazzo, è manovrato dall’informazione trasmessa dai media, che si lasciano manipolare dai fili di un potere alto: “Ci sono tre capitoli: religione, Undici settembre e massoneria”. E poi altra preoccupazione è il microchip: “Non so se lo sapete ma in America hanno già iniziato a mettere i microchip nel corpo umano per registrare, per mettere i soldi, per il controllo della popolazione (…)”.

Il neo eletto in parlamento è preoccupato perché le persone “non sanno a cosa vanno incontro” e potrebbero lasciarsi impiantare il microchip senza capirne i pericoli: “Con internet queste verità stanno venendo fuori e noi andremo a portare la voce dei cittadini”, afferma sicuro Bernini.

16 Comments

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

To Top