Video

YOUTUBE Cosa succederà alla Terra nei prossimi miliardi di anni

YOUTUBE Cosa succederà alla Terra nei prossimi miliardi di anni

YOUTUBE Cosa succederà alla Terra nei prossimi miliardi di anni

ROMA – Il mondo ha sperimentato una serie di cambiamenti: da Pangea, il primo unico continente terrestre dal quale sarebbero derivati per frammentazione i continenti attuali, alla razza umana che si è sviluppata in Africa. Questi cambiamenti hanno contribuito a modellare la Terra così com’è attualmente.

Un nuovo video, ora rivela ciò che potrebbero riservare i prossimi miliardi di anni.

Tra circa 10.000 anni, a partire da ora, il mondo sperimenterà un Y10k, in 250 milioni di anni si formerà un supercontinente e in un miliardo di anni l’atmosfera si trasformerà in una serra umida e le acque degli oceani evaporeranno, spiega il Daily Mail.

Il video è stato pubblicato su YouTube da RealLifeLore, in cui rivelano le previsioni su come sarà il mondo entro un miliardo di anni.

Tra 10.000 anni la variazione genetica umana, colore della pelle e dei capelli, sarà uniforme in tutto il mondo e tra 20.000 anni le lingue conterranno solo una delle 100 parole del vocabolario principale delle attuali omologhe; di fatto, tutte le lingue che si parlano attualmente, si evolveranno in un’altra.

Anche se molti ricercatori avvertono che sulla Terra presto ci sarà un cambiamento climatico, prevedono che, indipendentemente dagli effetti, il nostro pianeta in futuro sperimenterà un altro periodo di glaciazione.

Intorno a quel periodo, le cascate del Niagara scompariranno, in quanto saranno completamente erose, così come molti laghi canadesi. Le giornate si allungheranno di un secondo e in 100.000 anni, le stelle e le costellazioni che oggi possiamo osservare dalla Terra, in futuro appariranno completamente diverse.

E pare che l’uomo avrà trasformato Marte in un pianeta vivibile.

In 250.000 anni, la catena di isole hawaiane dovrebbe trasformarsi in una nuova isola e il vulcano di Lo-ihi è previsto che riemerga dalle profondità del mare.

Ma nell’arco di 500.000 anni, la Terra sarà probabilmente colpita da un asteroide del diametro di 1.200 metri, anche se c’è sempre la possibilità che l’uomo lo blocchi prima che si schianti sul pianeta.

Sembra che, con il passare del tempo, molti punti di riferimento presenti per secoli sulla Terra, inizieranno a scomparire: il Badland’s National Park, nel Dakota del Sud, sarà completamente eroso nell’arco di 500.000 anni e in 950.000 anni, scomparirà anche il cratere meteoritico in Arizona.

Sembra che una super eruzione vulcanica, simile a quella di Toba che 70.000 anni mise a rischio estinzione l’umanità, possa nuovamente colpire, spargendo 3.200 chilometri cubici di cenere sul pianeta.

Non solo, tra le previsioni, c’è quella che la stella Betelgeuse si trasformerà in una supernova e l’esplosione sarà visibile dalla Terra.

Una catastrofe dietro l’altra ed anche il Grand Canyon a quel punto, sembrerà solo un’ampia vallata.

La buona notizia è che gli esseri umani, mentre la Terra si deteriora lentamente, avranno colonizzato altri pianeti del sistema solare e dell’universo.

In 10 milioni di anni, un grosso pezzo dell’ Africa orientale si fratturerà e si formerà un bacino oceanico tra il nuovo pezzo e il resto del continente.

E in 50 milioni di anni, Marte si scontrerà con la sua luna, Phobos, causando una grande distruzione sul pianeta rosso.

Tornando alla Terra, la parte più grande dell’Africa si sposterà verso nord e si scontrerà con l’Eurasia, chiudendo per sempre il Mar Mediterraneo; una nuova catena montuosa si formerà tra l’Africa e l’Eurasia e potrebbe raggiungere altezze ben oltre il Monte Everest.

Le Montagne Rocciose canadesi, nel video, si trasformano in una pianura a causa dell’erosione in 60 milioni di anni e in 80 milioni di anni, le isole Hawaii sprofonderanno sotto l’oceano.
E in 800 milioni di anni, i livelli di CO2 saranno scesi così tanto che la fotosintesi C4 non sarà in grado di verificarsi; il fenomeno esaurirà l’ossigeno e l’ozono, uccidendo tutte le forme di vita presenti sulla Terra.

“La temperatura del pianeta aumenterà in media di 117 gradi centigradi, l’atmosfera si trasformerà in una serra umida e gli oceani evaporeanno”, spiega lo YouTuber.
“Ma sacche di acqua allo stato liquido potrebbero ancora esistere ai poli terrestri, il che significa che saranno probabilmente l’ultima speranza di vita sul nostro pianeta”, conclude con una nota positiva.

To Top