Case indipendenti in vendita e mercato 2019: positivo il bilancio del mattone

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Ottobre 2019 13:10 | Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre 2019 15:16
Case indipendenti in vendita e mercato 2019: positivo il bilancio del mattone

L’economia del mattone (foto ANSA)

ROMA – Il mercato immobiliare è vivace e attivo. A stabilirlo è stata la conferenza di Tecnocasa, durante un incontro nazionale che si tiene annualmente in cui si affrontano i temi legati al mattone e ai mercati correlati come quello assicurativo e creditizio. Spiccano i dati legati alle case indipendenti in vendita sebbene tra le vendite più rilevanti risultino i trilocali.

Crescono i dati di acquisto di case per investimento. Nonostante l’economia appaia incerta, il settore immobiliare ha aperto il 2019 con un trimestre in positivo, in crescita dell’8%. Si tratta di un dato che fa presagire una buona chiusura come quella dell’anno precedente. Rispetto alle transazioni immobiliari, per esempio, il 76,6% sono state destinate all’abitazione principale, mentre il 17,9% ha riguardato le case acquistate come investimento. Solo il 5,5% è stato destinato a case vacanza. La percentuale delle persone che hanno acquistato casa ad uso investimento cambia sensibilmente nelle grandi città, dove il dato sfiora il 40% per esempio a Napoli. Questo lo si deve al fenomeno degli affitti a breve termine che è più frequente nelle città grandi. In ogni caso quello dell’investimento immobiliare è un settore che attira sempre più persone grazie ai rendimenti e alle varie possibilità di guadagno che offre.

Tempi di vendita tra città e provincia.

Anche i tempi di vendita sono migliorati comportando la diminuzione dei giorni in cui un immobile resta sul mercato. Stando agli studi sembra che questo dato sia tornato ai tempi precedenti alla crisi con 122 giorni per le grandi città contro i 134 del 2018 e i 153 della provincia. Il dato cambia per le città più grandi come Milano, in cui un immobile resta invenduto per una media di 87 giorni. La città da record, specialmente nella sua provincia per le case indipendenti in vendita, è Bologna dove la media di permanenza è di soli 85 giorni.

Prezzi e previsioni per la fine dell’anno.

Nelle città più grandi i prezzi del mattone sono aumentati rispetto al 2017 ma sembra che comunque siamo ancora a livelli di perdita del 33% del loro reale valore. La perdita è maggiore nelle città più piccole sebbene si possa notare una certa ripresa negli hinterland dove sono presenti maggiori servizi urbani, collegamenti e trasporti ben funzionanti. Tra gli immobili più ambiti in provincia spiccano le case indipendenti in vendita, mentre in città vincono bilocali e trilocali. Queste due abitazioni sono le tipologie più ambite per questioni di costo e di utilizzo ottimizzato degli spazi.

Per la fine dell’anno è difficile fare previsioni certe ma gli esperti ritengono di poter confermare il trend positivo del 2018. Si assisterà molto probabilmente ad una nuova ripresa dei prezzi nelle città più grandi mentre nella provincia ci saranno transazioni più veloci e minore oscillazione dei prezzi di mercato. Si avrà una conferma del trilocale sul mercato con prezzi in ribasso e aumento di richieste con picchi che supereranno il 40% delle richieste a fronte del 23% delle altre abitazioni.