agenzie

Russia si espande nell’Artico, Gb chiede aiuto alla Nato. Nuova Guerra Fredda?

Russia si espande nell'Artico, Gb chiede aiuto alla Nato. Nuova Guerra Fredda?

Russia si espande nell’Artico, Gb chiede aiuto alla Nato. Nuova Guerra Fredda?

MOSCA – La Russia sta espandendo l’attività militare nell’Artico, stabilendo dei distretti militari, aumentando gli addestramenti e creando nuovi corpi militari. La reale portata della militarizzazione russa nell’Artico, in atto dal 2014, è stata rivelata in un documento scritto dalla “Henry Jackson Society Russia”; sebbene il Regno Unito abbia richiesto urgentemente l’intervento della Nato, mettendo in guardia su una possibile Guerra Fredda, la Russia sta continuando il progetto di militarizzazione, nonché lo sfruttamento delle risorse dell’area, scrive il Daily Mail.

“Non possiamo continuare ad ignorare l’attività russa nell’Artico. I ghiacci si stanno sciogliendo e nella zona stanno nascendo nuove opportunità commerciali; Il Regno Unito e i suoi alleati devono fare di più per assicurarsi che la regione Artica rimanga stabile e serena” ha detto James Gray, membro della commissione per la Difesa inglese. Il nuovo studio, evidenzia che la Russia ha recentemente stabilito un nuovo distretto militare chiamato l’ “Arctic Joint Strategic Command”, affinché sia possibile coordinare le diverse attività nell’area.

I nuovi corpi militari, così come le flotte rompighiaccio, sono stati inviati nella regione, affiancati anche dalla riapertura delle ex basi usate durante l’era sovietica. Le esercitazioni militari dal 2014 sono aumentate, con una mobilitazione di 38.000 soldati nel solo 2015, 110 velivoli, 41 navi da guerra e 15 sottomarini; ad aprile, Putin ha svelato una nuova base in grado di ospitare 150 truppe, con altrettanti aerei da guerra pronti all’attacco nucleare.

Il complesso triangolare, dipinto di rosso, bianco e blu, così com’è il tricolore russo, è stato costruito nella remota “Alexandra Land”, nell’arcipelago Franz Josef. La base può ospitare fino a 150 truppe, che potrebbero sopravvivere autonomamente per 18 mesi, a condizioni al di sotto dello zero.

Come riportato dal Moscow Times, la base militare è fornita di un cinema, ping pong e biliardi. Lo scorso giugno, la Russia ha lanciato una versione modificata del missile Soyuz, che a bordo trasportava un satellite. La missione è rimasta segreta, ma alcune voci insinuano che il satellite sarebbe stato utilizzato per prendere misure dettagliate della Terra e dati sulla gravità, in grado di direzionare i missili.

To Top