Blitz quotidiano
powered by aruba

Belgio, blitz anti-terrorismo: “Volevano colpire durante Belgio-Irlanda”

ROMA – I  sospetti fermati nella notte nel blitz antiterrorismo pianificavano attentati da compiere in particolare sabato, giorno della partita Belgio-Irlanda. E’ quanto riporta il sito della tv fiamminga VTM, che cita fonti ascoltate dal suo giornalista Farouk Ozgunes. “La polizia è intervenuta prima che un attentato potesse verificarsi”, ha detto il giornalista.

Almeno 12 persone sospettate di preparare un attacco sono state arrestate dalla polizia belga dopo un blitz effettuato in una quarantina di appartamenti sul territorio belga e soprattutto a Bruxelles. Lo riferiscono i media belgi. Perquisiti anche 152 garage.

La polizia ha interrogato 40 persone e 12 di loro sono state arrestate. Il giudice deciderà nelle prossime ore sull’eventuale conferma della loro detenzione.

I fermi sono stati effettuati soprattutto nei comuni di Bruxelles, Molenbeek, Schaerbeek, Anderlecht, Koekelberg, Berchem-Sainte-Agathe, Evere, Forest, Watermael-Boitsfort, Ganshoren, Zaventem, Ninove, Wemmel, Fleurus, Tubize e Liegi. L’identità dei sospetti non è stata rivelata.

Secondo la tv belga RTBF, alcuni degli uomini fermati la scorsa notte nella maxi retata antiterrorismo, già seguiti da giorni dalla polizia, si aggiravano in auto nel centro di Bruxelles, in particolare nella ‘fan zone‘ di Euro 2016, a Rogier, dove è stato installato un maxischermo che trasmette le partite della nazionale belga. E quindi “un’ipotesi plausibile”, riporta RTBF, che l’obiettivo dei terroristi fosse quell’area, dove oggi dalle 15 viene trasmessa Belgio-Irlanda.