Blitz quotidiano
powered by aruba

Bruxelles, spari in diretta tv. Giornalista si spaventa e…

BRUXELLES – Un giornalista sta seguendo in diretta il blitz della polizia nel quartiere di Forest, a Bruxelles, dopo le sparatorie legate agli attentati terroristici di Parigi del 13 novembre scorso, quando si sentono alcuni spari. Il reporter di Itélé, emittente francese, era collegato con la rete in diretta e la sua reazione non passa inosservata: l’uomo appare visibilmente spaventato e si ritrae dall’obiettivo della telecamera quasi a cercare riparo.

Le perquisizioni sono andate avanti per tutto il pomeriggio del 15 marzo nel quartiere di Bruxelles e uno dei sospetti terroristi che è morto era armato di kalashnikov ed era pronto ad usarlo contro la polizia. Le nuove perquisizioni condotte alla chaussée de Neerstalle, in prossimità dell’appartamento in rue du Dries a Forest, dove ci sono state le sparatorie tra sospetti terroristi e polizia, non hanno dato finora nessun risultato.

La tv pubblica belga Rtbf spiega che con si sa tuttora quante persone siano in fuga e dove, se ancora nel perimetro di sicurezza nel quartiere di Forest a Bruxelles o già altrove. Secondo il quotidiano ‘Le Soir’, che cita fonti di polizia, le stesse forze dell’ordine sono appena riuscite a intravedere i fuggitivi, forse due, che scappavano dai tetti, mentre la persona rimasta uccisa nello scontro a fuoco copriva loro le spalle.

“Tutto è successo talmente in fretta, i poliziotti hanno giusto avuto tempo di indietreggiare, li hanno visti appena”, ha raccontato la fonte. Resta ancora ignota l’identità del sospetto jihadista morto: “non corrisponde a nessuna delle foto dei sospetti di cui disponiamo”, ha ancora detto la fonte.

Immagine 1 di 4
  • Bruxelles, spari in diretta tv. Giornalista si spaventa e...
Immagine 1 di 4

 

Ecco il video di Corriere.tv:


PER SAPERNE DI PIU'