Blitz quotidiano
powered by aruba

Rouen, identificato secondo terrorista Isis: è Abdel Malik

PARIGI – Abdel Malik P. Questo è il nome del secondo terrorista dell’attacco Isis a Rouen identificato la sera del 27 luglio. Abdel, 19 anni e originario di Aix-Les-Bains, in Savoia, era schedato tra le persone radicalizzate a rischio di diventare attentatore. Abdel insieme ad Adel Kermiche, nato nel 1997, è il responsabile dell’attacco rivendicato dall’Isis nella chiesa di Saint-Etienne-de-Rouvray in cui padre Jacques Hamel è stato brutalmente sgozzato e ucciso davanti ai fedeli tenuti in ostaggio.

A fare il nome del secondo terrorista è BFM-TV, che cita fonti giudiziare che avrebbero confermano l’identità del terrorista Isis come Abdel Malik B, 19 anni, di Aix-Les-Bains, in Savoia. Schedato con la lettera ”S” delle persone radicalizzate a rischio di passare all’azione era ricercato da cinque giorni dalla polizia.

Abdel Malik P. era ricercato da cinque giorni dai servizi antiterrorismo che temevano un suo passaggio all’azione. La nota segnaletica interna con tanto di foto diramata domenica sera dall’antiterrorismo alle forze dell’ordine francesi recitava così:

“L’individuo sarebbe pronto a partecipare a un attentato sul territorio nazionale, potrebbe agire da solo o con complici”.

Secondo BFM-TV una prima soffiata sarebbe arrivata dai servizi di intelligence di un Paese straniero. Malik P, 19 anni, aveva esattamente la stessa età del suo complice Adel Kermiche identificato ieri dagli inquirenti della procura antiterrorismo. Il suo volto è sfigurato dai colpi del blitz e questo spiega le lungaggini legate alla sua identificazione.

A quanto si apprende la famiglia non aveva più notizie di lui da lunedì mattina e il suo telefono squillava a vuoto. Alla madre aveva detto che sarebbe andato sul lago di Annecy a trovare un cugino ma poi si è dileguato nel nulla, almeno fino a ieri mattina quando ha colpito in Normandia insieme al coetaneo jihadista compagno di terrore. Oggi la polizia  ha effettuato perquisizioni presso il suo domicilio di Aix-Les-Bains e a casa della sorella. Ad aprire la pista savoiarda è stata una carta d’identità ritrovata in casa di Kermiche.

Immagine 1 di 9
  • Rouen: perché Adel Kermiche, uno degli attentatori, fu rilasciato
Immagine 1 di 9