Cronaca Italia

Igor il russo, cartolina “beffa” ai carabinieri da Livorno: “Addio Italia”

Igor il russo, cartolina "beffa" ai carabinieri da Livorno: "Addio Italia"

Igor il russo, cartolina “beffa” ai carabinieri da Livorno: “Addio Italia”

FERRARA – Una cartolina da Livorno indirizzata ai carabinieri di Ferrara. Il mittente, però, è il temuto e ricercato da mesi killer Igor il russo, alias Norbert Feher. Le forze dell’ordine hanno ricevuto la cartolina con i “saluti” del ricercato lo scorso 17 maggio e il timbro postale è quello del Centro meccanizzato delle poste di Firenze. Non si esclude però che possa trattarsi di un macabro scherzo a chi da mesi è impegnato a dare la caccia al killer.

La cartolina, una delle tante in vendita a Livorno, raffigura la nave-scuola Amerigo Vespucci con una freccia impressa a poppa, ed è indirizzata al Comando carabinieri Ferrara. La cartolina porta i saluti da ‘Igor’ e nel retro si leggono parole vergate con una grafia stentata e sgrammaticata: ‘Per grazie Livorno, Addio Italia m. e soldati sckifi’. Firmato ‘Igor’.

La cartolina, pubblicata dalla Nuova Ferrara e dal Tirreno, è arrivata a Ferrara diversi giorni fa e potrebbe essere uno scherzo. Igor Vaclavic, alias Norbert Feher, è il killer in fuga da oltre due mesi dopo aver u****o a Budrio il barista Davide Fabbri e una settimana dopo, nel Ferrarese, Valerio Verri, guardia ecologica volontaria.

San raffaele

Dopo essere stata ricevuta, i carabinieri hanno repertato e visionato la cartolina, come accade per tutte le numerosissime segnalazioni, molte fantasiose, che parlano di Igor il russo e che sono giunte da tutta Italia.

To Top