Blitz quotidiano
powered by aruba

Mestre, marito la accoltella ma lei alla polizia dice: “Incidente”

MESTRE – Non era caduta in casa, non si era ferita per un banale incidente domestico: quella coltellata alla schiena raccontava altro, ossia un’aggressione vera e propria. Ma lei, alla polizia, aveva detto di essersi fatta male in casa. Voleva coprire il marito, evidentemente soggiogata da lui e da anni di violenza subita e taciuta. Da Mestre arriva un ennesimo episodio di violenza sulle donne che però finirà in tribunale perché davanti alle domande pressanti della polizia la giovane donna alla fine ha detto la verità. Ecco cosa scrive il Gazzettino:

Al culmine di una lite una donna è stata accoltellata alla schiena dal marito: è in prognosi riservata, anche se fortunatamente non in pericolo di vita. L’uomo è stato denunciato. Il grave episodio è avvenuto nella notte tra sabato e domenica, in un’abitazione di via dello Squero, quartiere Altobello, a Mestre. La dinamica è ancora tutta da chiarire. La donna, 36 anni, inizialmente avrebbe dichiarato alle forze dell’ordine che si era trattato di un incidente domestico. Ma la lesione alla schiena era stata evidentemente causata da un’arma da taglio e le cose dovevano essere andate in maniera assai diversa. Alla fine la 36enne ha ammesso che a colpirla era stato il consorte…

Non è certo l’unica donna abusata che copre il carnefice: ancora tantissime donne non denunciano le violenze subite tra le mura di casa.


TAG: ,